Biden in collegamento con Putin (Ansa)
Biden in collegamento con Putin (Ansa)

Washington, 7 dicembre 2021 - Dopo durato due ore e 5 minuti è terminato il vertice virtuale tra il presidente russo, Vladimir Putin e l'omologo Usa, Joe Biden. Putin era collegato dalla sua residenza di Sochi, mentre Biden dalla 'Situation Room' della Casa Bianca. La foto del summit virtuale è stata difusa dal Cremlino: il presidente russo a capo di un lungo tavolo con la bandiera russa alle spalle, da uno schermo piazzato in alto dalla parte opposta al tavolo appare l'immagine da Washington del presidente degli Stati Uniti.

Biden ha subito detto a Putin: "Felice di rivederti", sorridendo. "L'ultima volta non siamo riusciti a vederci al G20, spero che la prossima volta ci incontreremo di persona", ha aggiunto il numero uno della Casa Bianca. Putin ha risposto: "Buonasera signor presidente".

Secondo quanto riferito da fonti Usa Biden avrebbe detto a Putin che la Russia rischia "forti sanzioni" di natura economica e "di altro tipo in caso di escalation militare" contro l'Ucraina. Biden ha lanciato quindi un appello alla "de-escalation", invitando Kiev e Mosca a tornare "alla diplomazia". La Casa Bianca su Twitter ha aggiunto che i due presidenti hanno affrontato "diversi aspetti delle relazioni fra Stati Uniti e Russia, inclusa la nostra preoccupazione per le attività militari russe al confine con l'Ucraina, la cybersicurezza e questioni regionali". I due capi di Stato hanno discusso infatti "del dialogo tra Russia e Stati uniti sulla stabilità strategica e poi sul ransomware". E hanno valutato "il lavoro congiunto su questioni regionali come l'Iran".

Dopo la quinta "chiaccherata" tra Biden e Putin, da quando il presidente Usa si è insediato alla Casa Bianca (Tre volte al telefono e dal vivo a Ginevra lo scorso giugno), il numero uno degli Stati Uniti sentirà gli alleati, tra cui Mario Draghi. E' la stessa White House a renderlo noto: "Questo pomeriggio il presidente Biden parlerà con il presidente Emmanuel Macron, la cancelliera Angela Merkel, il primo ministro Mario Draghi e il primo ministro Boris Johnson in seguito della sua videoconferenza con Vladimir Putin". Biden ieri aveva sentito i leader europei e nell'occcasione "si è concordato di stare in stretto contatto su un approccio coordinato e complessivo in risposta all'ammassamento di truppe militari sul confine ucraino da parte della Russia".  

Ucraina, tank al confine

Intanto al confine tra Russia e Ucraina, quando proprio le tensioni della zona saranno uno degli argomenti del vertice, dopo le truppe stanno iniziando ad arrivare anche carri armati e squadre di cecchini russi. Lo ha denunciato, poco prima che iniziasse il vertice virtuale, il ministero della Difesa ucraino che parla di una provocazione proprio sulla linea di contatto nell'Ucraina orientale, fatta per far reagire le forze militari di Kiev, creando un pretesto per una possibile aggressione russa. Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, non ha commentato.

Secondo Kiev inoltre Mosca sta addestrando nelle province separatiste del Donbass i ribelli, e starebbe anche rafforzando le loro unità con nuovi pezzi d'artiglieria e mezzi armati.