New York, 19 gennaio 2021 - L'assalto a Capitol Hill ha lasciato il segno. Le immagini di Jake lo Sciamano padrone del luogo più sacro della democrazia americana sono ancora vivide. L'Fbi sta monitorando attentamente le attività dei gruppi di estrema destra e teme che proprio nel giorno dell'insediamento di Joe Biden possano accendersi degli scontri a Washington, ma non solo. Per questo motivo le misure di sicurezza che saranno messe in campo saranno eccezionali.

FOCUS / Perché sono passati due mesi dalle elezioni

I reparti

Sarà il Secret Service a occuparsi della sicurezza nell'Inauguration Day. Il Dipartimento della Difesa schiererà 25mila uomini nella sola capitale. Tra i tre e i quattromila rinforzi arriveranno dal Distretto di Columbia.

Le chiusure

La città di Washington ha deciso di chiudere a partire dal 15 gennaio 13 stazioni della metro che si trovano all'interno del perimetro di sicurezza, che ha il suo centro nel Congresso. La metropolitana tornerà in funzione al 100% solo da giovedì, il giorno successivo all'insediamento. I convogli salteranno le fermate chiuse.

Insediamento di Biden: incubo attentati, Washington è blindata

I monumenti

Il National Mall è stato chiuso il 15 gennaio e riaprirà il 21. Il Park Service ha accettato di concedere permessi speciali per due dimostrazioni connesse al Primo Emendamento che si svolgeranno lungo Pennsylvania Avenue. Il corteo potrà essere composto al massimo da 100 persone. Metal detector obbligatorio per tutti i partecipanti. I cortei saranno scortati dalla polizia.

Le barriere

In seguito all'attacco del 6 gennaio, il Congresso è stato circondato da una nuova barriera. Secondo molti esperti, la rete metallica potrebbe diventare permanente.

Il sindaco: “Restate a casa”

Il primo cittadino di Washington, Muriel Bowser, ha chiesto agli americani di non venire a Washington per l'insediamento. A chi vive nella capitale ha chiesto di limitare al massimo gli spostamenti nel giorno del giuramento e di evitare il centro.

Gli altri Stati

Misure di sicurezza rafforzate in tutte le capitali dei 50 Stati. Verranno erette barricate davanti ai palazzi delle istituzioni, per evitare che si ripetano i disordini del 6 gennaio nella capitale. Secondo l'Fbi, le violenze potrebbero verificarsi più facilmente negli Stati più in bilico tra Donald Trump e Joe Biden nello scontro elettorale. Per questo motivo in Wisconsin, Michigan, Pennsylvania e Arizona l'attenzione è particolarmente alta.