2 gen 2022

La bandiera Ue fa litigare la Francia. E Macron la toglie dall’Arco di Trionfo

Il vessillo dell’Europa aveva sostituito quello tricolore per celebrare la presidenza di turno dell’Unione. L’opposizione si era scatenata contro Macron: "Avete offeso chi ha versato il sangue per la nostra patria"

giovanni serafini
Esteri
Pedestrians walk past the European Union flag under the Arc de Triomphe, on the Place de l'Etoile in Paris  on January 1, 2022. (Photo by Alain JOCARD / AFP)
La bandiera Ue sotto l'arco di Trionfo a Parigi (Ansa)

Parigi, 2 gennaio 2022 - Primo giorno dell’anno, prima violenta polemica elettorale: fra le destre e Macron è guerra aperta a cento giorni dalle presidenziali (si vota il 10 e il 24 aprile). Pomo della discordia in queste ore, la decisione di sostituire all’Arco di Trionfo la bandiera nazionale con quella europea: un modo per ricordare che dal 1° gennaio al 30 giugno prossimo la Francia è presidente di turno dell’Unione europea. È stato Macron in persona a dare l’ordine: durante la notte del 31 dicembre la Tour Eiffel, l’Assemblea Nazionale e l’Eliseo, si sono illuminati di blu (il colore dell’Europa) e sul monumento al Milite ignoto all’Arco di Trionfo è stato issato il gonfalone con le stelle Ue. Una scelta infelice: se Macron avesse seguito l’esempio di Nicolas Sarkozy, che nel 2008 fece sventolare le due bandiere una accanto all’altra, non sarebbe successo niente. Sostituire l’una con l’altra, invece, è stato un affronto per la destra, sia quella moderata di Valérie Pécresse che quella estremista di Eric Zemmour e Marine Le Pen. Per due giorni la tempesta ha soffiato nel web, nelle radio, nelle tv. Prima a partire lancia in resta, Marine Le Pen, leader del Rassemblement National, ha parlato di "provocazione", di "oltraggio nei confronti di coloro che si sono battuti per la Francia", e ha annunciato un ricorso al Consiglio di Stato. Seconda a scendere in campo, con le stesse motivazioni e quasi con le stesse parole, un’altra candidata alle presidenziali: Valérie Pecresse per conto dei Républicains: "Chiedo solennemente a Emmanuel Macron di rimettere la bandiera bianca-rosso-blu sotto l’Arco di Trionfo: è un atto dovuto ai combattenti che hanno versato il sangue per la nostra patria". Stesso suon di campana da parte di Eric Zemmour, anche lui candidato (estrema destra) all’Eliseo: "L’Arco di Trionfo nell’era di Macron: ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?