New York, 25 ottobre 2021 - Il regista Joel Souza ha raccontato alla polizia cosa è successo sul set del film 'Rust', quando un colpo di pistola sparato dall'attore Alec Baldwin ha causato la morte di Halyna Hutchins.

Souza, ora fuori pericolo, era rimasto ferito a una spalla dal proiettile mortale per la direttrice della fotografia. Secondo la ricostruzione del regista, Baldwin si stava esercitando a estrarre la pistola dalla fondina, nell'ambito di una ripetizione preparatoria a una ripresa frontale: il colpo fatale sarebbe partito quando l'attore ha puntato verso la telecamera. Hutchins e Souza si trovavano proprio accanto: "Stavo guardando (Baldwin, ndr) stando dietro alla spalla di Hutchins - ha raccontato quest'ultimo - e abbiamo sentito come il rumore di una frusta, poi un forte colpo". Il regista ha poi aggiunto di "ricordare vagamente Hutchins lamentarsi del dolore allo stomaco e al petto", poco prima che questa si accasciasse a terra e venisse soccorsa.

La morte della Hutchins sembrerebbe essere stata una tragica fatalità, sopraggiunta però a seguito di una serie di segnali allarmanti. L'ultimo resto noto dal Guardian è il fatto che Dave Halls  - l'assistente alla regia che ha passato l'arma a Baldwin per la scena, dicendo che era caricata a salve - era stato oggetto di lamentele per la sicurezza già nel 2019. Un membro della troupe del film, Maggie Goll, aveva protestato allora con i produttori di una serie tv a causa del comportamento, secondo lei, negligente di Halls: su quel set, ha raccontato la donna, non era stato osservato il protocollo per l'uso sicuro delle armi.

Ora si apprende che Halls era stato già licenziato da una produzione cinematografica dopo che un membro della troupe del film a cui lavorava era rimasto leggermente ferito in un incidente con una pistola. Lo ha rivelato la società di produzione del film alla Cnn. In particolare, a quanto riferito alla Cnn dalla Rocket Soul Studios, Dave Halls faceva l’assistente alla regia nel film "Freedom’s Path" nel 2019, quando l’esplosione prodotta da una pistola "scaricata inaspettatamente" sul set ha fatto fare un balzo indietro a un tecnico del suono, costringendolo a ricorrere a cure mediche e causando uno stop temporaneo della produzione. Proprio a causa di quell’incidente, Halls è stato rimosso dal set e licenziato, ha detto la società, spiegando che le riprese non ricominciarono "finché Dave non fu fuori". 

Nel frattempo, sull'onda dell'emozione per la morte di Halyna Hutchins, sulla piattaforma Change.org è stata lanciata una petizione per vietare l'uso delle armi vere sui set cinematografici: le firme raccolte sono già più di 25mila. "Dobbiamo assicurarci - si legge nella motivazione alla petizione - che una tragedia evitabile come questa non si ripeta più. Non ci sono scuse: una cosa del genere non dovrebbe accadere nel XXI secolo".