Vetlanda, 3 marzo 2021 - Torna la paura in Svezia. Otto persone sono state accoltellate e ferite nei pressi di Vetlanda, nell'est del Paese, intorno alle 15. Secondo le autorità si tratta di un attentato. La polizia ha parlato da subito "di attacco terroristico" e le indagini sono orientate in questa direzione. Tra gli otto feriti, due sono in gravi condizioni. L'assalitore è un 20enne, che si è lanciato all'assalto dei passanti, armato di coltello. E' stato ferito dalla polizia ed è piantonato in ospedale. 

"Il movente non è ancora chiaro", ma ha preso corpo l'ipotesi di "crimine di matrice terrorista", ha spiegato Angelica Israelsson Silfver, portavoce della polizia, citata dal quotidiano Aftonbladet. Per il momento l'unico sospettato è il 20enne. Subito dopo l'attacco erano stati bloccati tutti i treni dello snodo ferroviario, e la cittadina, di 13mila abitanti, era pattugliata da un vasto numero di agenti. La portavoce della polizia ha confermato il bilancio dell'attacco: "Alcuni sono feriti gravemente, altri in maniera leggera, non ci sono morti". Il presunto assalitore è stato ferito alla gamba dagli spari dalla polizia ed è stato arrestato.

Il primo ministro svedese Stefan Löfven ha condannato questo "atto terribile", e ha esortato tutti a "inviare un pensiero alle persone colpite dalla violenza e agli uomini e alle donne dell'assistenza sanitaria, della polizia e del comune che lavorano per prendersi cura dei feriti e ripristinare la sicurezza".

La mappa