12 apr 2022

Attentato oggi a New York: i video della sparatoria in metro. Sangue e caos

Da Instagram le drammatiche testimonianze: dalle storie di un utente si vedono due treni fermi, persone che soccorrono uomini e donne colpiti

New York, 12 aprile 2022 - Lamenti, sangue, fumo e persone stese a terra. Arrivano queste immagini dalla metropolitana di New York, dove nell'ora di punta del mattino, intorno alle 8.30, un uomo ha aperto il fuoco, sparando all'impazzata verso le persone in transito nella stazione sotterranea della 36th Street a Sunset Park, dove si incrociano le linee D, N e R. Ci troviamo nel distretto di Brooklyn, luogo di una sparatoria-attentato.

Attentato a New York: persone e sangue a terra
Attentato a New York: persone e sangue a terra

Nelle storie postate su Instagram dall'utente @angry_yeti, si vedono quattro persone di origini asiatiche a terra, chiazze di sangue sul pavimento in mezzo a due treni del metro fermi sui binari. Le persone poi vengono fatte risalire sui treni dal personale della metropolitana. Anche su alcuni convogli del metro ci sono feriti a terra. Le storie postate dall'utente proseguono poi da una nuova prospettiva, quella delle strade di Brooklyn dove si notano nuovi feriti, tantissimi agenti della polizia e ambulanze.

La sparatoria è oggetto di indagine come atto di terrorismo, secondo quanto ha dichiarato a Newsweek un funzionario del dipartimento di Polizia di New York. Il fumo nel vagone si è sviluppato subito dopo che è stato fatto l'annuncio che il treno ritardava l'ingresso alla stazione della 36esima a Sunset Park. Un uomo ha testimoniato alla Cnn che i colpi esplosi sembravano "petardi, grazie al cielo mi sono riparato dietro un sedile", ha raccontato Yav Montano, testimone della sparatoria.  "Ero alla testa del terzo vagone e tutto è successo nel fondo - ha raccontato - non appena il fumo ha iniziato a svilupparsi, la gente ha iniziato a muoversi verso la testa del vagone". A questo punto qualcuno ha cercato di aprire la porta che portava all'altro vagone ma era bloccata. "C'era sangue sul pavimento, un sacco di sangue sul pavimento - ha detto ancora Montano - ma in quel momento non pensavo che si trattasse di colpi di pistola, ma di petardi. Tutto quello che ho visto sono persone che si sono schiacciate l'una sull'altra per cercare di arrivare alla porta che era bloccata. Un sacco di panico, ma grazie al cielo il treno si è mosso verso la stazione e la gente è uscita di corsa dal vagone".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?