Bruxelles, 22 marzo 2016 - I colpevoli dell'attentato di Bruxelles potrebbero avere un volto. La foto dei sospetti attentatori della doppia esplosione nell'aeroporto della capitale belga, in cui hanno perso la vita decine di persone e centinaia sono rimaste ferite, sta circolando sui media di tutto il mondo. L'immagine, captata dalle telecamere di sorveglianza dell'aeroporto, ritrae due uomini con indosso maglioni scuri e nelle mani un guanto ciascuno. Secondo il quotidiano la Libre Belgique, che ha diffuso la foto, i guanti avrebbero permesso agli attentatori di nascondere il detonatore delle bombe esplose all'aeroporto: esaminando con attenzione le immagini delle telecamere di sorveglianza, in cui si vedono i tre presunti attentatori dell'aeroporto di Zeventem a Bruxelles, si può notare come due di loro, quelli vestiti di nero che si sarebbero poi fatti saltare in aria, mentre spingono il carrello dei bagagli indossino ciascuno un unico guanto, quello sinistro. Secondo fonti inquirenti, si tratterebbe di un espediente per occultare i detonatori, tenendoli però al tempo stesso a portata di mano per poter azionare più in fretta la carica esplosiva, presumibilmente celata sotto agli abiti. Il fatto che il terzo terrorista sia privo di tale guanto potrebbe permettere d'ipotizzare che, fin dalla pianificazione, gli fosse stato assegnato un ruolo diverso. L'uomo è attualmente ricercato.

Il quotidiano belga nel diffondere la foto spiega che i due vestiti di scuro sarebbero gli uomini kamikaze dell'attentato. Il terzo, vestito di chiaro e con indosso un cappello sarebbe invece in fuga e attualmente ricercato.