Martedì 23 Luglio 2024

Attacco informatico Usa, 15mila concessionari d’auto bloccati per ore: cosa è successo

Nel mirino degli hacker è finita la Cdk Global, multinazionale che fornisce software per la vendita di mezzi. Nel 2021, un’altra cyber incursione aveva creato un effetto domino fino in Svezia

hacker dark web e mallware

hacker dark web e mallware

Washington, 20 giugno 2024 – Migliaia di concessionarie d’auto paralizzare per ore per un attacco informatico su larga scala messo a segno negli Stati Uniti. È successo ieri: nel mirino della cyber incursione la Cdk Global, una multinazionale che fornisce software per la vendita al dettaglio di automobili. Bloccata la tecnologia sull’intera rete di vendita: 15mila concessionarie in tilt.

L’incursione informatica ha colpito la sede centrale della società americana, che ha base nell’Illinois. L’effetto domino è stato disastroso. Secondo l'azienda, infatti, il suo software è utilizzato da quasi 15mila concessionarie. “In seguito a un attacco informatico, abbiamo chiuso tutti i sistemi in modo proattivo, eseguito test approfonditi e ci siamo consultati con esperti esterni", ha dichiarato una portavoce di Cdk.

Secondo l'azienda, le sue "soluzioni Dms e Digital Retailing di base" sono state ripristinate poche ore dopo. Non è la prima volta che gli hacker colpiscono software utilizzati nella grande distribuzione o da una serie di aziende dello stesso settore. Colpi mirato che hanno l’effetto di fare rumore. Nel 2021, un attacco al fornitore di servizi It statunitense Kaseya è stato avvertito fino in Svezia, dove la catena di supermercati Coop Norden era stata costretta a chiudere quasi tutte le sue filiali.