Roma, 4 agosto 2021-  Le fiamme avanzano ad Atene e minacciano le abitazioni di alcune zone della capitale, dove migliaia di cittadini sono stati costretti ad abbandonare le proprie abitazioni, mentre i servizi di emergenza lottano da ieri per contenere le fiamme. Le autorità hanno lanciato un appello ai cittadini della capitale, chiedendo loro di rimanere in casa.

Più di 500 vigili del fuoco sono impegnati nello spegnimento delle fiamme che assediano i sobborghi di Varympompi, Adames, Thracomakedones e Acharnes.  Nelle prime ore di oggi è stato emesso un ordine di evacuazione anche per parte del sobborgo di Kryoneri a causa degli incendi boschivi e, secondo quanto riportano i media greci, alle forze in campo si sono aggiunti cinque velivoli antincendio e nove elicotteri.

Il capo della protezione civile, Nikos Hardalias, ha dichiarato che la situazione è comunque "leggermente migliorata" rispetto ai giorni scorsi, grazie a un più alto tasso di umidità e a un vento quasi nullo, nonostante la temperatura abbia toccato i 40 gradi. Dei quattro fronti del fuoco è uno solo a destare preoccupazione, dopo che lo scorso martedì il rogo è partito dalla città di Varympompi, 20 km a nord di Atene. Il premier Kyriakos Mitsotakis ha confermato che al momento non ci sono state vittime.

(L'articolo prosegue sotto)

I residenti delle zone colpite sono fuggiti dalle loro case in preda al panico. "Dietro di noi c'è l'inferno", hanno dichiarato alcuni do loro, secondo quando riportano i media greci. Secondo Ept News, fino a 300 agenti di polizia sono incaricati di verificare che gli abitanti rispettino le misure di polizia e di evacuazione, mentre le autorità hanno offerto agli sfollati camere d'albergo per le prossime notti.  

Incendi si sono verificati anche nell'isola di Eubea, nella penisola del Peloponneso e nelle isole di Kos e Rodi, frequentate dai vacanzieri. I meteorologi avvertono da giorni della possibilità di incendi di questa portata, poiché il Paese continua a essere immerso in un'ondata di caldo che non dovrebbe placarsi per tutta la settimana, con temperature che superano i 40 gradi.