Vaccino Vaxzevria di AstraZeneca (Ansa)
Vaccino Vaxzevria di AstraZeneca (Ansa)

Londra, 28 giugno 2021 - AstraZeneca può garantire un livello di immunità al Covid fino a un anno di distanza dalla prima dose, lo sostiene uno studio pubblicato dall'Università di Oxford sul server di prestampa di The Lancet. I dati dimostrano che "i livelli di anticorpi rimangono elevati rispetto al basale per almeno un anno dopo una singola dose", scrive in una nota la stessa azienda AstraZeneca. 

Bollettino Covid Italia del 28 giugno

"Un intervallo prolungato tra la prima e la seconda dose di Vaxzevria fino a 45 settimane ha determinato un aumento fino a 18 volte della risposta anticorpale, misurata 28 giorni dopo la seconda dose. Con un intervallo di dosaggio di 45 settimane tra la prima e la seconda dose, i titoli anticorpali erano quattro volte superiori rispetto a un intervallo di 12 settimane, a dimostrazione del fatto che un intervallo di dosaggio più lungo non dannoso ma può derivare un'immunità più forte". 

Green pass per bambini e adolescenti: quando serve e come scaricarlo

L'azienda anglo-svedese inoltre sostiene che "una terza dose di Vaxzevria somministrata almeno 6 mesi dopo una seconda dose, ha aumentato di sei volte i livelli anticorpali e mantenuto la risposta delle cellule T. Una terza dose ha anche determinato una maggiore attività neutralizzante contro le varianti Alpha (B.1.1.7, 'Kent'), Beta (B.1.351, 'Sudafricana') e Delta (B.1.617.2, 'Indiana')". I test sono stati fatti anche con volontari di età compresa tra 18 e 55 anni.

Come scaricare il Green Pass

Secondo il professor Sir Andrew J Pollard, ricercatore capo e direttore dell'Oxford Vaccine Group presso l'Università di Oxford: "Questa dovrebbe essere una notizia rassicurante per i paesi con minori forniture di vaccino, che potrebbero essere preoccupati per i ritardi nella fornitura di seconde dosi a loro popolazioni. C'è un'ottima risposta a una seconda dose, anche dopo 10 mesi di ritardo dalla prima". 

Mene Pangalos, Executive Vice President, BioPharmaceuticals R&D, ha dichiarato: "Dimostrare che il nostro vaccino genera una risposta immunitaria robusta e duratura è importante per fornire fiducia nella protezione a lungo termine. Non vediamo l'ora di continuare a collaborare con l'Università di Oxford e di raccomandare agli organismi di tutto il mondo di valutare ulteriormente l'impatto di questi dati".

Da oggi via la mascherina all'aperto. Ecco quando dobbiamo indossarla