Un modello dell'opera d'arte (www.orbitalreflector.com)
Un modello dell'opera d'arte (www.orbitalreflector.com)

Roma, 15 ottobre 2018 - Tutto pronto per il lancio nello spazio dell'Orbital Reflector. L'opera d'arte del Nevada Museum of Art verrà spedita nell'orbita terrestre assieme ad altri 70 satelliti dal razzo SpaceX Falcon 9, della compagnia di Elon Musk, il prossimo mese. Il capolavoro è l'ultima produzione dell'artista Trevor Plagen. La particolare installazione sarà costituita da una palla, delle dimensioni di una scatola da scarpe, che si espanderà una volta giunta nello spazio, passando dalle piccole forme a una scultura a forma di diamante lunga quanto due autobus (una trentina di metri). Le sembianze sono quelle di un super monolite, in stile '2001 Odissea nello spazio', realizzato con un materiale leggero (polietilene ricoperto con biossido di titanio).

"Volevo immaginare un tipo diverso di infrastruttura - racconta l'artista Plagan -. Così ho pensato di creare un satellite totalmente diverso dagli altri. Era importante trovare una soluzione per catalizzare lo sguardo di tutte le persone che escono e alzano gli occhi verso il cielo". E prosegue: "Bisogna pensare alla politica dello spazio, che è un luogo pubblico. Da diverso tempo è in atto un'occupazione militare delle galassie e volevo ragionare su un modo diverso di come può essere lo spazio".

Così Plagen e il Nevada Museum of Art - si legge sulla Cbs - hanno riunito un team di esperti e tecnici da settori non proprio convenzionali. Orbital reflector sarà visibile a occhio nudo (rifletterà la luce del sole dal nostro pianeta e brillerà come una stella) e farà il giro della Terra diverse volte per tre mesi, poi ricadrà nell'atmosfera terrestre e si disintegrerà. "Se tutto andrà liscio, potrebbe diventare l'opera d'arte più vista della storia". E Plagen conclude: "Noi guardiamo il cielo per conoscere il nostro destino, per scoprire il futuro e per trovare risposte sul presente. Questo progetto per me è l'opportunità per fare ragionare la gente in questa direzione".