New York, 8 giugno 2018 - Anthony Bourdain, chef americano famoso in tutto il mondo, è morto a Strasburgo, in Francia, dove stava girando un episodio del programma tv che conduceva sulla Cnn, 'Parts Unknown', sulle cucine e i ristoranti del mondo. L'uomo, 61 anni, è stato trovato senza vita in una stanza di albergo. Secondo quanto riportano i media americani si sarebbe suicidatoBourdain era noto in tutto il mondo per i suoi libri, le collaborazioni con diverse testate americane e le sue apparizioni tv. Era sentimentalmente legato ad Asia Argento: due settimane fa era apparso con l'attrice italiana in un ristorante a Firenze. Lascia una figlia di 11 anni.

Anthony Bourdain con Asia Argento (foto Lapresse)

Anthony Bourdain, chi era il re della cucina - di NICOLETTA MAGNONI

A trovarlo morto nella sua camera d'albergo questa mattina è stato il suo amico Eric Ripert, uno chef francese. "È con estrema tristezza che confermiamo la morte del nostro amico e collega, Anthony Bourdain", si legge in una nota della Cnn. "Il suo amore per le grandi avventure, nuovi amici buon cibo e vino e le straordinarie storie del mondo lo hanno reso un narratore unico, i suoi talenti non hanno mai smesso di stupirci e ci mancherà moltissimo. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con la figlia e la famiglia in questo momento incredibilmente difficile", conclude la nota.

SCRITTORE E GIRAMONDO - Noto come chef-scrittore e poi come chef-viaggiatore, si divideva tra rinomati ristoranti di New York e schermi televisivi. Con la Cnn, dove lavorava dal 2013, aveva vinto alcuni Emmy Awards, grazie al programma cult 'Parts Unknown' che trasporta il telespettatore in luoghi fuori dalle rotte abituali (va in onda anche in Italia con il titolo di 'Cucine segrete'). Proprio sul set di una puntata della trasmissione, girata a Roma, aveva conosciuto a Roma Asia Argento, di 20 anni più giovane di lui, alla fine del 2016. Quando l'attrice ha innescato il ciclone #MeToo, denunciando lo stupro da parte del produttore Harvey Weinstein, lui l'aveva da subito sostenuta. Tra gli ospiti di Bourdain, anche l'ex presidente degli Usa, Barack Obama ad Hanoi, in Vietnam, in una puntata del programma "No reservation".

Irriverente e imprevedibile, aveva usato la cucina per diventare scrittore e viaggiatore di successo: nel 1999 aveva iniziato a scrivere per il New York Times, raccontando la verità sulle cucine della città; nel 2000 aveva conquistato la ribalta internazionale con il bestseller Kitchen Confidential, libro in cui svela i segreti nelle cucine di famosi ristoranti americani, compreso l'uso di droghe per reggere i folli ritmi imposti dagli chef. Da lì gli si erano spalancate le porte della tv. Era anche scrittore di romanzi gialli. Il suicidio arriva qualche giorno dopo quello della 55enne stilista newyorkese Kate Spade, trovata morta martedì nel suo appartamento di Park Avenue, piegata dall'ansia e dalla depressione.