Anis Amri ucciso a Milano (Dire)
Anis Amri ucciso a Milano (Dire)

Berlino, 12 febbraio 2017 – Li hanno subito chiamati Helden, eroi, sulla stampa tedesca, per aver ucciso il terrorista tunisino autore della strage di Natale a Berlino. E i due poliziotti italiani erano stati proposti per la Bundesverdienstkreuz, la croce al merito della Repubblica Federale. Ma a Berlino hanno visto le foto che i due agenti, Luca Scatà, 29 anni, e Cristian Movio, 36 anni, avevano messo su facebook: braccio alzato nel saluto fascista. E a Berlino hanno bloccato la premiazione.

Luca Scatà (a sinistra) e Cristian MovioIn Germania, un Polizist sorpreso a fare il saluto nazista verrebbe licenziato in tronco. Peccato, dopo un bel gesto di coraggio, si è rovinato tutto. Anis Amri, 24 anni, il 19 dicembre si era impadronito di un autotreno e aveva falciato la folla al mercatino di Natale nel pieno centro di Berlino. Bilancio 12 morti, tra cui un´italiana. La caccia all´uomo si era conclusa nella notte del 23 dicembre a Sesto San Giovanni, nella periferia milanese. Il terrorista fu ucciso dopo uno scontro a fuoco con Saccà e Movio. I tedeschi si erano anche sorpresi che le autorità italiane avessero diffuso le identità dei due poliziotti. Invece, sembra che l'onorifenza venga assegnata all'autista polacco del camion. Era stato ucciso da Amri prima ancora di giungere sul luogo della strage, ma aveva comunque cercato disperatamente di bloccare il terrorista.