Roma, 3 agosto 2015 - Servono 5 milioni di vaccini o l'Africa rischia un'epidemia di meningite. L'allarme arriva da Oms, Unicef, Medici senza Frontiere e Croce Rossa Internazionale che lanciano un appèllo: le dosi devono essere somministrate entro gennaio, periodo in cui la malattia torna dopo la stagione secca.

Grazie alle campagne vaccinali nella cosiddetta 'cintura della meningite', che comprende la porzione di Africa subito sotto al Sahara, i casi di malattia del ceppo A sono drasticamente diminuiti negli ultimi anni, soprattutto dopo una campagna che ha portato a 220 milioni di vaccinazioni dal 2010.

Gli esperti si aspettano però un'esplosione di quelli del ceppo C, il cui vaccino è stato introdotto da poco e ha un costo in quei paesi di 20 dollari a dose, molto alto nonostante lo sconto praticato rispetto al prezzo 'occidentale', oltre i 100 dollari. "Se non riusciremo ad avere queste dosi andiamo incontro a tempi molto difficili - afferma William A. Perea, coordinatore dell'unità dell'Oms sulla malattia -. Per questo abbiamo lanciato l'appello".