L'esercito afghano in partenza verso il luogo dell'incidente (Ansa)
L'esercito afghano in partenza verso il luogo dell'incidente (Ansa)

Kabul, 27 gennaio 2020 - Si tinge di giallo la notizia di un aereo caduto oggi nell'est dell'Afghanistan, in una zona controllata dai talebani. Inizialmente alcuni media locali hanno parlato di un volo della compagnia di bandiera Ariana Afghan Airlines, che però ha subito smentito. "Era un aereo della Cia", comunicano gli insorti. 

Il velivolo si è schiantato intorno alle 13 (le 9.30 in Italia), nel distretto di Deh Yak, a est della città di Ghazni. Subito la polizia provinciale  ha sottolineato che l'invio dei soccorsi risultava problematico poché la zona è in mano agli integralisti. "Si tratta probabilmente di un aereo di linea", ha spiegato sul momento, prima però di essere corretta dal portavoce del governatore di Ghazni, Aref Noori. "Non sappiamo se si tratti di un aereo militare o civile. Più tardi è intervenuta l'autorità dell'aviazione civile afghana (Acaa) a precisare che il volo non era commerciale. 

Era "un aereo dell'intelligence del nemico", scrivono i talebani in un comunicato. Nell'incidente sono morti "membri di alto livello della Cia" oltre a tutto l'equipaggio. "Il relitto e i corpi - si legge ancora nella nota - si trovano sul luogo dell'incidente". 

Non è ancora chiaro il numero delle vittime.