L'Aja, 28 maggio 2007 - Fa scandalo in Olanda l'annuncio di un prossimo reality show sulla televisione pubblica Bnn nel quale una donna, malata terminale, sceglierà con l'aiuto dei telespettatori a chi donare i propri reni dopo la morte. Il deputato Joop Atsma, del partito cristiano democratico nella coalizione di governo, ha chiesto che il programma venga bloccato, ma il ministro della Pubblica istruzione e dei Media, il laburista Ronald Plasterk, ha risposto di non poter intervenire.

 

«Uno show televisivo sulla donazione di organi combinato con elemento di gioco non dimostra buon gusto -ha dichiarato Plasterk in Parlamento- tuttavia è contro la nostra costituzione intervenire negli affari dei media. Abbiamo una stampa libera». Contrari alla chiusura dello show anche i Verdi, il cui leader Femke Halsema ha accusato i cristiani democratici di voler interferire troppo spesso con i media.

 

Il contestato «Big Donor show», prodotto dalla Endemol, andrà in onda venerdì sera. La rete Bnn ha respinto ogni richiesta di cancellarlo, affermando che intende sensibilizzare l'opinione pubblica al problema della mancanza di donatori di organi in Olanda. L'ex direttore della Bnn, Bart de Graaf, è morto cinque anni fa all'età di 35 anni dopo aver atteso invano un trapianto di rene. Nello show una donna di 37 anni, identificata solo come Lisa, sceglierà fra tre candidati a chi donare i reni. I telespettatori potranno inviarle suggerimenti via sms.