Mercoledì 17 Luglio 2024
Libero Stracquadanio
Elezioni

Ballottaggi 2024: a che ora si sapranno i risultati (e i nuovi sindaci)

Centrosinistra e centrodestra si contendono la vittoria in città chiave, da Firenze a Bari, fino a Campobasso e Potenza

Roma, 24 giugno 2024 – Arriva la resa dei conti con i ballottaggi. Il 23 e 24 giugno si stabilisce definitivamente, dopo mesi di campagna elettorale comprensiva di elezioni europee, regionali e amministrative, chi saranno i nuovi sindaci di ben 102 comuni italiani. Tra questi anche cinque capoluoghi di regione e dodici capoluoghi di provincia. Il diritto di voto viene esercitato dall'elettore dalle 7 alle 23 di domenica 23 giugno e dalle 7 alle 15 di oggi lunedì 24 giugno.

Approfondisci:

Risultati ballottaggi 2024: tutti i sindaci eletti

Risultati ballottaggi 2024: tutti i sindaci eletti
Ballottaggi in Italia: domenica 23 e lunedì 24 giugno gli italiani tornano alle urne. Foto generica
Ballottaggi in Italia: domenica 23 e lunedì 24 giugno gli italiani tornano alle urne. Foto generica

I risultati, invece, saranno comunicati sin dall'inizio dello spoglio, che comincerà subito dopo la chiusura dei seggi, quindi intorno alle 15. Non vengono diffusi gli exit poll (sondaggi effettuati all'uscita dei seggi).

E non sono previste neppure le proiezioni, basate sui dati reali, quindi già scrutinati, che arrivano dai cosiddetti seggi campione. Sarà quindi lo scrutinio ad assegnare la vittoria: potrebbe procedere rapido, già dopo due ore lo scenario potrebbe essere delineato. Ma in alcuni casi, soprattutto nei Comuni più ridotti, si profila duello all’ultima scheda. 

Dopo le amministrative dell'8 e 9 giugno, in diverse città non si è raggiunta la soglia per l'elezione al primo turno del 50%+1. Per questo, in città come Firenze, Bari, Perugia, Potenza e Campobasso, si sono sfidati i due candidati che alla recente tornata elettorale hanno ottenuto più voti. Questa volta, per essere eletti, i candidati devono limitarsi a ottenere più voti dell'avversario senza una determinata soglia percentuale da raggiungere.

Per questo ballottaggio, che si tiene esattamente a due settimane dal primo turno, votano tutti i cittadini maggiorenni con diritto di voto che si presentano al proprio seggio muniti di tessera elettorale e documento di riconoscimento in corso di validità.

Anche se le liste hanno subito delle modifiche, poiché ai ballottaggi possono avvenire o meno degli "apparentamenti" tra un candidato rimasto in corsa e altre liste rimaste fuori dal ballottaggio, il centrosinistra sembra restare favorito nei grandi centri come Firenze e Bari dove ha ottenuto al primo turno maggiori consensi. Il centrodestra, invece, sembra davanti a Potenza e Campobasso, oltre che in diversi capoluoghi di provincia come Vercelli, Lecce e Caltanissetta. Gli schieramenti politici sono poi in estremo equilibrio a Perugia, Cremona e Urbino, dove il distacco tra le forze è minimo e si prospetta una sfida all'ultimo voto.

I risultati in diretta