Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 ago 2022

Calenda verso Renzi. Il Pd: aiuti le destre

Azione vicina a rompere coi dem, asse elettorale con Italia Viva. Esultano gli ex di Forza Italia. Terzo polo? Letta infuriato con i centristi

1 ago 2022
ettore maria colombo
Politica
Il segretario di Azione, Carlo Calenda durante la conferenza stampa per annunciare  l�ingresso nel suo partito delle ministre Mariastella Gelmini e Mara Carfagna, Roma 29 luglio 2022.
ANSA/FABIO FRUSTACI
Il segretario di Azione, Carlo Calenda (Ansa)
Il segretario di Azione, Carlo Calenda durante la conferenza stampa per annunciare  l�ingresso nel suo partito delle ministre Mariastella Gelmini e Mara Carfagna, Roma 29 luglio 2022.
ANSA/FABIO FRUSTACI
Il segretario di Azione, Carlo Calenda (Ansa)

Roma, 1 agosto 2022 - "Svolta o rottura?" era la domanda che si faceva Fausto Bertinotti rispetto al governo Prodi. La risposta fu "rottura". E pare proprio che – entro oggi o poco oltre –, il leader di Azione, Carlo Calenda, annuncerà, urbi et orbi, che è rottura. Stavolta a tema non c’è il governo, ma l’alleanza tra il suo Fronte repubblicano e il Pd. Calenda ieri non si è fatto trovare. Poi, a sera, ha visto la micro-componente di +Europa (Bonino, Della Vedova, Magi) che con Azione ha un patto. I due leader di Azione e +Europa hanno poi scritto una lettera a Letta dicendo di aspettare ancora risposte: "La scelta di includere sempre più persone che hanno votato la sfiducia a Draghi rende debole e contraddittoria una proposta comune di governo. Se volete candidare queste persone fatelo non negli uninominali ma nel proporzionale". Calenda, in realtà, in cuor suo, ha già deciso. Andrà in coalizione non con il Pd, ma con l’odiata (dai dem) Iv di Matteo Renzi. Il quale lo fa capire ‘in chiaro’ e già non sta più nella pelle. I due simboli saranno collegati, le liste distinte, i simboli pure. Da Iv esultano e l’autore del Rosatellum, Ettore Rosato, prevede: "Insieme non solo superiamo tutti e due lo sbarramento (fissato al 3%, ndr ), ma possiamo diventare concorrenziali in molti collegi, togliendoli al centrodestra al Sud e al centrosinistra nel Centro. Saremo la sorpresa delle prossime elezioni. E, con la Bonino, possiamo arrivare al 10%". Oltre alla, presunta, ‘base’ di Azione in subbuglio perché ostile all’accordo con la sinistra-sinistra, i dimaiani e gli ex M5s, c’è mezzo vertice di Azione (gli ex azzurri, soprattutto) che dunque avrebbe vinto la partita interna. Alla fine anche quelli di +Europa avrebbero capitolato. Ieri bastava scorrere la pagina Twitter ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?