Donald Trump e Joe Biden (Dire)
Donald Trump e Joe Biden (Dire)

Washington, 3 novembre 2020 - "Sapevamo sarebbe stata lunga". Al termine della lunga nottata elettorale Joe Biden parla ai cittadini, dalla sua casa in Delaware, ed esorta gli americani ad aspettare con pazienza che vengano conteggiati tutti i voti per avere il vincitore delle elezioni. "Lo sapevamo, visto i voti per corrispondenza senza precedenti, che dovremo essere pazienti, finchè non sarà contato ogni singolo voto, ogni scheda", continua il candidato dem. Ma "siamo positivi su dove ci troviamo". Biden ha aggiunto che secondo i dati a sua disposizione vincerà in Arizona e "rimane in corsa" in Georgia, mentre sostiene di avere buone sensazioni per Wisconsin, Michigan e Pennsylvania. Insieme alla moglie Jill, il candidato alle presidenziali conclude ringraziando "tutti voi che siete andati a votare": "Mia nonna mi diceva sempre 'Forza, mantieni la fede. E io lo dico a voi: mantenete la fede". 

Speciale Elezioni Usa 2020

Immediata la reazione di Donald Trump, che twitta: "Siamo avanti ma stanno cercando di rubarci le elezioni. Non lo consentiremo". E Twitter segnala subito agli utenti che il tweet può essere "fuorviante". Ma Trump riprende poi parola dalla Casa Bianca: "La partita non è ancora chiusa - dichiara -. Solo il 64% dei voti è stato scrutinato". E si dice ottimista sulla Pennsylvania e sul Michigan, esortando i cittadini a "guardare i numeri: io l'ho fatto". Trump ha poi denunciato brogli: "C'è un gruppo molto triste di persone che sta cercando di togliere il voto a milioni di elettori", ha detto, e ha aggiunto che il nostro obiettivo "è garantire l'intergrità per il bene della nostra nazione", per cui "andremo alla Corte Suprema, questa è una frode per gli americani, e un imbarazzo per il Paese". "Noi vinceremo - conclude Trump -. E per quanto mi riguarda abbiamo già vinto". 

Usa 2020, le contee che indovinano da decenni il vincitore

Le parole dell'attuale presidente Usa, che ha ventilato la necessità di interrompere il conteggio delle schede elettorali "correttamente espresse", sono "oltraggiose, senza precedenti ed errate": lo ha detto la responsabile della campagna del candidato democratico, Jen O'Malley Dillon, rispondendo alla minaccia del presidente di ricorrere alla Corte suprema sul risultato elettorale: "Se il presidente deciderà di dar seguito alla sua minaccia, abbiamo squadre legali pronte a resistere al suo tentativo". 

---

---

Biden dal Delaware

image

Trump dalla Casa Bianca

image

---

---