2 feb 2022

Mattarella, giovedì il giuramento. Il programma e come si svolge la cerimonia

Dal cannone del Gianicolo alla campana di Montecitorio, dal discorso alla Nazione al saluto al Milite Ignoto: ecco cosa succede

Roma, 2 febbraio 2022 - Tutto pronto per il giuramento da presidente della Repubblica e l'insedimaneto di Sergio Mattarella al Quirinale. La cerimonia prenderà il via giovedì 3 febbraio al pomeriggio. Ecco come si svolgerà questo rito laico che subirà qualche lieve modifica visto che si tratta di una rielezione, ad esempio non ci sarà tutta la parte che caratterizza lo scambio di saluti tra il capo di Stato uscente e il suo successore.

La campana di Montecitorio 

Si parte alle ore 15.30 con il segretario generale della Camera ch si reca alla residenza dell'eletto (in questo caso sempre il Quirinale). Mattarella salirà a bordo di un'auto della Presidenza della Repubblica, scortata dai Carabinieri, e raggiungerà la Camera, mentre suona la campana maggiore del palazzo di Montecitorio.  

L'arrivo a Montecitorio

Al suo arrivo a Montecitorio, la campana smetterà di suonare e Mattarella farà il suo ingresso accolto dai presidenti della Camera e del Senato (Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati) e salutato da uno schieramento di Carabinieri in alta uniforme. 

L'ingresso in Aula 

Il capo dello Stato, accompagnato sempre dai presidenti dei due rami del Parlamento, attraversa il Transatlantico dove sono schierati gli assistenti parlamentari in alta uniforme ed entra in Aula. Qui lo attenderanno senatori, deputati, delegati regionali, presidente del Consiglio e componenti del Governo. Per l'occasione l'emiciclo sarà ornato con drappi rossi e ventuno bandiere tricolore.  

Il giuramento e la formula

Il capo dello Stato eletto sale sul banco della presidenza e prende posto alla destra del presidente della Camera. Quest'ultimo dichiara aperta la seduta e lo invita a prestare giuramento a norma dell'articolo 91 della Costituzione. Mattarella dovrà recitare la formula: "Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione". Contemporaneamente dal cannone del Gianicolo vengono sparate 21 colpi a salve e la campana di Montecitorio torna a suonare.  

Il messaggio del neo presidente

A questo punto Mattarella prenderà posto al centro del banco della presidenza per rivolgere il suo messaggio al Parlamento e alla Nazione (il discorso dovrebbe durare circa 20 minuti).

Fine della seduta

Al termine del discorso un segretario di presidenza dà lettura del processo verbale della seduta. Successivamente il presidente della Camera dichiara chiusa la seduta e, con il suo omologo del Senato, accompagnerà il Presidente della Repubblica fino alla Galleria prospiciente il cortile dove sarà accolto dal presidente del Consiglio Mario Draghi. Nell'atrio un reparto di Corazzieri, in uniforme di gran gala, rende gli onori.  

Omaggio all'Altare della Patria 

Quindi il Capo dello Stato, accomiatatosi dai presidenti delle Camere, esce da Palazzo Montecitorio. Ascolta l'Inno nazionale, passa in rassegna il reparto d'onore e poi - in auto, scortato dai Corazzieri in motocicletta - si reca l'Altare della Patria. Qui, accompagnato dal presidente del Consiglio, rende omaggio al Milite ignoto.  

Verso il Quirinale con la Lancia Flaminia 

Dopo aver ricevuto il saluto del sindaco di Roma, il Presidente della Repubblica salirà a bordo della Lancia Flaminia 335 decapottabile e, scortato dai Corazzieri a cavallo, raggiungerà il palazzo del Quirinale. 

L'insediamento 

A questo punto il capo dello Stato riceverà gli onori militari nel cortile d'onore del Quirinale, mentre sul Torrino del palazzo viene issato il vessillo presidenziale accanto al Tricolore e alla bandiera dell'Unione europea. Quindi Mattarella farà ingresso nel palazzo, dove nel Salone di Corazzieri rivolgerà un breve saluto alle autorità presenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?