28 gen 2022

Presidente della Repubblica, Letta-Renzi contro Salvini. Ma sospettano anche di Conte

ettore maria colombo
Politica
Il segretario del Partito Democratico Enrico Letta in piazza del Parlamento durante le elezioni del Presidente della Repubblica alla Camera dei Deputati a Montecitorio, Roma, 27 gennaio 2022. ANSA/ANGELO CARCONI
Il segretario del Partito Democratico Enrico Letta (Ansa)

Roma, 28 gennaio 2022 - Quando il nome di Franco Frattini piomba come candidato della Lega (ma non di FI, quindi di fatto già bocciato…) per il Quirinale, al Nazareno hanno, in apparenza, i motori spenti. Nessuna convocazione dei Grandi elettori prevista. Nessun vertice dei ‘tre amigos’ (Letta-Conte-Speranza) in agenda, ieri. E c’è da capirlo: Conte gioca, pericolosamente, con Salvini e, al Nazareno, hanno un diavolo per capello. Letta ha eletto la sede dem a sua war room da giorni e, dopo una veloce riunione con le due capogruppo, Malpezzi e Serracchiani, mangiata la foglia Frattini, la sua ira tracima. Presidente della Repubblica, quinta votazione in diretta. Lite su Casellati "Profondamente irritato", come viene descritto, il segretario del Pd sbotta: "Basta le provocazioni. Il Pd è un partito serio che non si presta a improvvisazioni raffazzonate, tanto più dopo giornate di giravolte e mancanza di chiarezza". Tanto per cambiare, però, in questi giorni il fuoco di sbarramento contro l’ipotesi Frattini (come pure contro altre, da Cassese a Belloni) parte dal nuovo alleato, "l’amico ritrovato" Matteo Renzi. Il leader di Iv, senza nominare Frattini, rilascia una dichiarazione durissima: "L’elezione del Presidente non è un’audizione di X Factor". Renzi ce l’ha con Salvini in particolare, e con chi – come Conte – gli tiene bordone: "Siamo alla follia, da 4 giorni stiamo votando senza una logica". Presidente della Repubblica, valzer di nomi: ora il centrodestra torna su Casellati Chissà cosa si inventerà, questa mattina, il centrodestra. Certo è che, come tre giorni fa, quando l’asse Renzi-Letta aveva stoppato la candidatura di Frattini, partorita dalla coppia Salvini-Conte, Renzi fa il lavoro sporco. La prima dichiarazione che esce dal Nazareno è fiacca, non pugnace come quelle, fioccate a batteria, di tre giorni fa, che mettevano nel mirino le amicizie ‘filo-russe’ dell’azzurro Frattini. Poi si ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?