24 gen 2022

Quirinale, la scelta dei partiti: scheda bianca. In pole restano il premier e Casini

L’accordo non si trova. Il timore più grande è che, in caso di bocciatura, Draghi si dimetta da palazzo Chigi

antonella coppari
Politica
featured image
Pier Ferdinando Casini, classe 1955, siede a Palazzo Madama

Il Parlamento registrerà oggi un record assoluto: quello delle schede bianche. Tanto a destra quanto a sinistra l’astensione è l’opzione più gettonata. È un risultato che riflette, almeno in apparenza, la situazione: niente di fatto, dopo tanti giri a vuoto anche dietro le quinte, il Romanzo Quirinale ancora non ingrana. Anche se, in fondo, la scelta di non arrivare a una spaccatura della maggioranza, sia pure su candidati di bandiera, segnala la volontà di trovare un accordo. Importante a tal fine l’incontro odierno tra Salvini e Letta: "Sono ottimista che nelle prossime 48 ore, massimo 72, si arriverà a una soluzione condivisa", sottolinea il leader Pd. Presidente della Repubblica, i nomi in lizza. Spunta Belloni Il colpo di testa di Berlusconi, che avrebbe potuto spalancare i cancelli a Mario Draghi e ha deciso di chiuderli senza però poterli blindare, ha reso impossibile una soluzione immediata sul suo nome. Anche perché contestualmente occorre sigillare un accordo altrettanto forte sul nuovo esecutivo. L’altra figura in campo che, allo stato, può vantare un certo realismo è quello di Pier Ferdinando Casini. Profilo bipartisan, presidente della Camera del centrodestra e poi eletto nelle liste del Pd. Il suo limite è che nessuno è davvero convinto: per il centrodestra "è un candidato della sinistra". Dunque, lo getti nell’agone chi l’ha eletto. Ma al Nazareno non hanno intenzione di farlo, anche perché ieri nel vertice con M5s e Leu è emerso che, se i senatori 5stelle, pur storcendo il naso, sarebbero disposti a votarlo, i deputati dello stesso Movimento sono di parere opposto. Il centrosinistra ha un nome, ma solo per finta. La candidatura di Andrea Riccardi è partita senza alcuna chance: è definita "reale, non di bandiera" solo per fare la figura di chi non sa chi indicare. Elezione presidente della Repubblica: lo speciale A ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?