Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 gen 2022

Elezioni Quirinale, ultimatum della Meloni. "Berlusconi scopra le carte entro domani"

La leader di Fd’I: "Se il Cav si ritira ho in testa due candidati, un uomo e una donna". Draghi da Mattarella

19 gen 2022
Salvini (48 anni), Berlusconi (85) e. Meloni (45) nel giardino della villa romana del Cav
Salvini (48 anni), Berlusconi (85) e. Meloni (45) nel giardino della villa romana del Cav
Salvini (48 anni), Berlusconi (85) e. Meloni (45) nel giardino della villa romana del Cav
Salvini (48 anni), Berlusconi (85) e. Meloni (45) nel giardino della villa romana del Cav

Come è in pratica dall’inizio della corsa per il Colle, tutto ruota intorno a Silvio Berlusconi. La domanda che si fanno alleati quanto avversari è una sola: molla o non molla? Salvini e Meloni non vedono l’ora che getti la spugna, lui intigna. Nonostante le parole di Vittorio Sgarbi, improvvisato regista della "operazione scoiattolo", secondo il quale la candidatura di Berlusconi "si è fermata oggettivamente" perché "mancano circa 100 voti" (a Rainews24 il critico d’arte ammette di averne trovati "solo venti, forse trentacinque"), il Cav si dichiara ancora ottimista. "Non deluderò chi mi ha dato fiducia" risponde, convinto, ai diversi parlamentari di Forza Italia che lo hanno contattato per sapere se avesse deciso di fare un passo indietro, a rincuorare tutti loro e se stesso. Il problema è che Salvini, che pure non vuole promuovere Draghi al Colle ("I soldi del Pnrr sono a prestito. Anche per questo motivo il premier è complicato da rimuovere") non vede l’ora che Berlusconi faccia un passo indietro per lanciare uno dei suoi candidati di centrodestra in pectore. Risalgono le quotazioni di Frattini e Moratti, non scendono quelle di Casellati e Casini, sfuma Pera. Anche la Meloni è pronta a fare una proposta se il Cavaliere decidesse di passare la mano, ma a sua volta sembra voler desistere dal lanciare Draghi ("No se poi fa altri governi di inciucio"). Poi, però, a "Porta a Porta", anche Meloni chiarisce: "Se Berlusconi decidesse di non concorrere o si stabilisse che, essendo una figura molto caratterizzata, dovesse rinunciare comunque, il centrodestra ha il diritto e dovere di avanzare una proposta, più proposte, io ho in mente i nomi di un uomo e una donna". "In ogni caso entro giovedì (domani, ndr) vogliamo numeri certi". Insomma, quando mancano solo cinque giorni alla prima chiama dei Grandi elettori, il ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?