25 gen 2022

Marcello Pera, Letizia Moratti, Carlo Nordio: i candidati al Quirinale del centrodestra

Salvini in conferenza stampa: "Nessuno di loro ha una tessera di partito ma hanno ricoperto ruoli importanti"

Roma, 25 gennaio 2022 - Il centrodestra, dopo il 'passo di lato' di Silvio Berlusconi, ha proposto tre candidati per il Quirinale: "I nostri nomi sono Marcello Pera, Letizia Moratti e Carlo Nordio. Nessuno di loro ha una tessera di partito ma hanno ricoperto ruoli importanti", ha affermato Matteo Salvini, leader della Lega, in conferenza stampa congiunta con Antonio Tajani e Giorgia Meloni. Tajani, più volte indicato tra i possibili candidati, non c'è. Salvini ha ringraziato il coordinatore di Forza Italia "per la sua generosità", e ha spiegato: "avrebbe tutti i titoli" per essere nella rosa ma "vogliamo evitare il giochino che poi ci dicano che è connotato come esponente di partito", da qui la decisione anche di "presentare solo nomi senza tessere di partito". Elisabetta Casellati, invece, per il momento non è "nella terna dei candidati perché vogliamo che le cariche istituzionali siano tenute fuori e abbiano in sé la dignità di essere una possibile scelta". Da sinistra Enrico Letta, leader del Pd, ha commentato: ''Sono nomi sicuramente di qualità, li valuteremo senza spirito pregiudiziale''. 

Colle, secondo giorno di votazione

LO SPECIALE

Paolo Maddalena, chi è il nome più votato

Ma chi sono i tre candidati ideali del centrodestra: Marcello Pera, Letizia Moratti e Carlo Nordio.

Sommario

Marcello Pera

Marcello Pera è un filosofo e accademico italiano. Sessantotto anni, nato a Lucca il 28 gennaio 1943, professore ordinario di Filosofia della Scienza all’università di Pisa, con un passato negli anni ottanta e nei primi anni novanta, nel Partito Socialista Italiano.
Pur impegnandosi sulla questione morale e schierandosi dalla parte dei giudici di Milano durante la stagione di Mani Pulite, Marcello Pera non ha mai rinnegato i socialisti e nel 2004 si è recato ad Hammamet in visita alla tomba di Bettino Craxi. Poi la sua carriera politica si è legata a Silvio Berlusconi: nel 1994 Pera cambia radicalmente schieramento ed aderisce in Forza Italia, di cui diventa coordinatore nazionale della Convenzione per la riforma liberale. 
Pera è stato senatore per FI e Popolo della Libertà dal 1996 al 2013, e presidente del Senato nella XIV Legislatura (2001-2006). Il 12 novembre 2018 fu nominato presidente del Comitato storico-scientifico per gli anniversari di interesse nazionale istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Letizia Moratti

Letizia Maria Brichetto Arnaboldi, vedova di Gian Marco Moratti, è una politica e dirigente d'azienda italiana. Nata il 26 novembre 1949 a Milano, da inizio gennaio 2021 è vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia. Laureata in Scienze Politiche all'Università degli Studi di Milano, è stata la prima donna presidente della Rai, dal 1994 al 1996 con i governi di Berlusconi e di Dini, e anche ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (2001-2006) sempre nei governi del Cavaliere. La Moratti è stata anche la prima donna sindaco di Milano, dal 5 giugno 2006 al primo giugno 2011. E presidente del CdA di UBI Banca dal 2019 al 2020.

Carlo Nordio

Carlo Nordio è il candidato indicato da Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia. Magistrato veneto noto per le indagini sulle coop rosse nella regione (durante gli anni di Mani Pulite) e sul Mose, il sistema di dighe che difende Venezia dall'acqua alta, ha 74 anni ed è in pensione dal 2017. Di recente è stato consulente della Commissione parlamentare d'Inchiesta sulla morte di David Rossi,  l'allora capo comunicazione del Monte dei Paschi di Siena, volato giù dalla finestra del suo ufficio 2013. 

Elezione presidente della Repubblica, prima fumata nera

Il fattore Ucraina e la spinta a fare presto

Elezione presidente della Repubblica: la guida

 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?