Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
14 gen 2022

Berlusconi non si arrende (per adesso). Pressing del 'suo' Letta: scelta unitaria

Inedita esternazione dell’eterno consigliere del leader azzurro. Oggi il vertice con Salvini, Meloni e centristi. Il Pd aspetta le mosse degli avversari

14 gen 2022
antonella coppari
Politica

È una prova d’amore. Parole richieste e quasi dettate, che però fissano un punto fermo. Dopo lo smarcamento di ieri, il Cavaliere ha preteso un appoggio esplicito, puntualmente arrivato: "Il centrodestra è compatto e convinto nel sostegno a Berlusconi", sottolinea Matteo Salvini. Non significa che la riserva verrà ufficialmente sciolta oggi a Villa Grande, nel vertice del centrodestra, anche se la pagina sul leader forzista pubblicata su il Giornale dall’inequivoco titolo ’chi come lui?’ per conto di un dipartimento del partito, certifica che non ha rinunciato al scrivere il suo Romanzo Quirinale. "Non solo garantisco stabilità in Italia, ma anche in Europa – i ragionamenti di Silvio –. Ieri sera ho cenato con il capogruppo del Ppe, Manfred Weber, che mi ha assicurato il sostegno di quella grande famiglia". Non significa che arriverà alla prova del voto: l’ipoteca sull’ultimo passo è la paura di una figuraccia in aula. Tabulati alla mano, conferma il suo ’cacciatore di voti’ Vittorio Sgarbi, gliene mancano tanti. "Finché Silvio c’è, ogni trattativa è bloccata – riassume il centrista Osvaldo Napoli –. O si riparte da zero, o si rischia che ogni gruppo vada per conto suo". Il Cav rompe ancora gli schemi. E come nel '94 parla al popolo A destra non è facile nemmeno ripartire da zero. Gianni Letta si schiera apertamente per un candidato unitario: invita "i grandi elettori a ispirarsi alla lezione giunta dalla commemorazione di David Sassoli e guardare agli interesse del Paese, non alle differenze di parte". Di altro avviso Salvini: "Il candidato deve essere di centrodestra". Da settimane lo storico consigliere tenta di convincere Silvio a fare un passo indietro: possibile che l’appello sia diretto anche a lui, che pure ieri ha visto. Fermo restando che per Berlusconi il nome migliore in campo è il suo, non è affatto ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?