Salvatore Ferragamo ha chiuso il primo semestre dell’anno con un utile netto di 33 milioni, a fronte di una perdita

di 86 milioni nello stesso periodo del 2020. I ricavi sono aumentati del 44,2% a 524 milioni di euro rispetto ai 363 milioni del primo semestre del 2020.

Il cda ha inoltre conferito tutti i poteri di ordinaria amministrazione al vice presidente esecutivo Michele Norsa, che assume da oggi la responsabilità della gestione aziendale, in seguito alla cessazione dell’incarico dell’attuale ad Micaela Le Divelec Lemmi.