Il palazzo dell'Unicredit a Milano (Ansa)
Il palazzo dell'Unicredit a Milano (Ansa)

Milano, 7 novembre 2019 - Unicredit vola in Borsa dopo la notizia, filtrata ieri in serata, della decisione di vendere sul mercato attraverso un accelerated book bulding l'intera quota dell'8,4% che detiene in Mediobanca. Avvio sprint per Piazzale Cordusio in Piazza Affari: il titolo ha segnato un rialzo del 3,8% a 12,55 euro. Piatto l'andamento delle azioni di Mediobanca (-0,23% a 10,77 euro)

Unicredit vende quota di Mediobanca

Dalla vendita Unicredit potrebbe incassare qualcosa meno di 800 milioni di euro. A valore di mercato, infatti, considerato il rally delle ultime settimane che ha spinto il titolo fino ai 10,78 euro della chiusura di oggi, l'8,4% di piazzetta Cuccia vale circa 801 milioni; negli accelerated bookbuilding tuttavia gli acquisti avvengono solitamente a un prezzo leggermente inferiore.

La cessione della quota, sottolinea Unicredit, "è in linea con la strategia di dismissione di partecipazioni non strategiche". L'offerta sarà realizzata attraverso una procedura di accelerated bookbuilding rivolta a determinati investitori istituzionali. Il bookbuilding avrà inizio immediatamente. UniCredit si riserva il diritto di variare i termini e i tempi dell'Offerta in qualsiasi momento. Per tale operazione, UniCredit si avvale di BofA Securities, Morgan Stanley e UniCredit Corporate & Investment Banking in qualità di Joint Bookrunners per l'Offerta. Nell'ambito del mandato conferito ai predetti istituti, UniCredit ha richiesto di procedere a un collocamento diversificato agli investitori, impegnandosi a non interferire con l'allocazione delle azioni. UniCredit, si rileva, "è impegnata a supportare la crescita economica dei mercati in cui opera. I proventi della cessione saranno utilizzati per supportare lo sviluppo delle attività dei clienti di UniCredit".