di Vittorio Bellagamba

Uno sviluppo costante che ha segnato la storia di Unes Supermercati. Una realtà nata a Milano nel 1967 dall’intuizione imprenditoriale di sette piccoli dettaglianti, unitisi per sviluppare una rete di punti vendita di piccole dimensioni, una novità assoluta per l’epoca. Oggi la struttura retail conta oltre 200 punti vendita, tra diretti e in franchising, in Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna. La società, che conta su un organico di circa 3.000 dipendenti, ha chiuso l’esercizio 2019 con un fatturato totale di circa 1 miliardo di euro lordi. Uno sviluppo che prosegue anche in questo periodo e coincide, ovviamente, con un incremento dei livelli occupazionali. Il fattore umano è la principale risorsa dell’azienda. Per questo Unes organizza periodicamente corsi di formazione e sviluppo dedicati ai dipendenti, volti al costante miglioramento professionale di tutto il team.

Fabiana Venturi (nella foto in basso), direttore del personale di Unes Supermercati spiega: "Attualmente abbiamo circa 80 posizioni aperte tra addetti vendita, specialisti di mestiere ovvero macellai, salumieri, pescivendoli, e ruoli di direzione di punto vendita. Inoltre, abbiamo una serie di posizioni aperte per l’headquarter Unes di Vimodrone".

L’ampliamento degli organici ha sempre accompagnato lo sviluppo?

"Ogni anno abbiamo un turn over fisiologico. Oltre a questo, la nostra azienda è impegnata a proseguire un programma di sviluppo anche con l’apertura di nuovi punti vendita o acquistando intere reti commerciali come è avvenuto di recente. Inoltre, tenendo conto della mutazione degli scenari dettata dalla pandemia, abbiamo accelerato i progetti di digitalizzazione con nuovi servizi come ad esempio il "Click. Ritira La Spesa", che permette di prenotare la spesa online e ritirarla in negozio. Cerchiamo sempre di innovare per soddisfare le mutate esigenze dei consumatori".

Tante novità richiedono personale sempre più specializzato?

"Certamente, infatti, per i nostri punti vendita, ad esempio, la salumeria, la pescheria e la macelleria hanno bisogno di addetti sempre più qualificati e specializzati".

Quanti addetti assumete ogni anno?

"Il numero varia tra le 200 e le 230 persone e anche quest’anno raggiungeremo questo numero".

Come ha cambiato il supermercato l’emergenza sanitaria?

"Ci ha dato certamente l’opportunità di dare un boost all’attivazione di nuovi servizi, come il Click&Collect, e questo favorisce l’assunzione di nuove figure professionali".

Come sviluppate le competenze all’interno dei vostri supermercati?

"Con il proficuo affiancamento dei giovani al nostro personale più esperto e questo crea un passaggio di competenze che garantisce sempre nuovi e importanti standard qualitativi nei servizi che quotidianamente eroghiamo alla nostra clientela".

Prevede assunzioni anche per la vostra sede di Vimodrone?

"Per la struttura della sede siamo alla ricerca di un Digital Marketing Expert e un Sistemista per l’IT Information Technology".

Gli interessati, per avere ulteriori informazioni, possono andare sul sito www.unes.it e anche sul profilo Linkedin di Unes Supermercati, dal 2002 del Gruppo Finiper, di proprietà di Marco Brunelli che ha consentito sinergie vincenti, permettendo di affrontare con slancio la sostanziale maturità dei consumi e l’inasprimento della concorrenza nel settore distributivo. Il vero cambiamento, però, è avvenuto nel 2006 quando l’azienda ha deciso di mettere in discussione la propria politica commerciale e rivedere il proprio posizionamento. È nata così l’insegna U2 Supermercato, sviluppata secondo la filosofia EDLP (Every Day Low Price). Al centro della visione imprenditoriale c’è il cliente, protagonista dei punti vendita e di ogni scelta aziendale. Unes punta a essere un’azienda responsabile, radicata sul territorio, attenta al consumatore e all’ambiente che lo circonda. Per questo ha fatto della sostenibilità uno dei suoi pilastri ed è sempre alla ricerca di nuove soluzioni caratterizzate da protocolli ecocompatibili.