Lunedì 15 Aprile 2024

Terziario cambia faccia, più società di capitali, meno ditte

Rapporto Assoterziario, pesano crisi e difficoltà ad innovarsi

Terziario cambia faccia, più società di capitali, meno ditte

Terziario cambia faccia, più società di capitali, meno ditte

Meno ditte, più imprese strutturate. Il terziario archivia definitivamente la crisi innescata dalla pandemia, ma si trasforma: tra il 2017 e il 2023, le società di capitali sono aumentate di 185mila unità, mentre sono crollate le ditte individuali (-85mila) e le società di persone (-84mila). È quanto emerge dal II Rapporto sul Terziario, a cura di Assoterziario Confesercenti. Si tratta, si legge in una nota, di "un segnale del progressivo consolidamento del sistema imprenditoriale, ma anche delle difficoltà delle imprese di minori dimensioni, su cui hanno pesato la doppia crisi economica e pandemica e la mancata innovazione. Un ritardo nell'adozione di nuove tecnologie che accomuna, a livelli diversi, tutti i comparti del terziario, riducendone le potenzialità di crescita". "Di questo passo, in prospettiva già dal 2030 - spiega il presidente Nico Gronchi - le piccole imprese assumerebbero una sostanziale marginalità dei volumi di vendita intermediati, con forti ripercussioni sui livelli di profittabilità delle stesse e con conseguente vivibilità delle aree urbane e cittadine. Si pone dunque un problema di urgenza degli interventi a sostegno delle attività economiche in ambito cittadino, ma anche un problema di equità concorrenziale, di rispetto delle normative e di tassazione delle attività svolte on line spesso con utilizzo di basi giuridiche di comodo. La web tax - appena entrata in vigore, e di cui monitoreremo attentamente gli effetti - deve essere efficace nel garantire pari condizioni concorrenziali, altrimenti rischia di essere solo un'altra imposta. Ma occorre investire anche sull'innovazione diffusa" perché le Pmi italiane sono "aziende digitalmente poco strutturate e poco attente alle potenzialità della digitalizzazione dei processi di innovazione e sviluppo".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro