Riforma Patto, verso taglio dell'1% annuo del debito-Pil

Ipotesi di salvaguardia deficit all'1,5%

Nel negoziato sulla riforma del Patto di stabilità al Consiglio Ue l'ultima idea di compromesso circolata in vista dell'Ecofin del 7 dicembre prevede un taglio del debito annuo dell'1% del Pil per i Paesi più indebitati, da iniziare già durante il primo piano di spesa e subito dopo l'aggiustamento per riportare il deficit entro il 3%. L'obiettivo di salvaguardia sul deficit, orizzonte a cui puntare una volta completato l'aggiustamento sul deficit e posto il debito in un percorso plausibilmente discendente, è indicato all'1,5% del Pil. E' quanto apprende l'ANSA da fonti vicine alla trattativa.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro