Neva Sgr, 500 mln € in due nuovi fondi

Neva Sgr del gruppo Intesa Sanpaolo raddoppia l'impegno per l'innovazione con due nuovi fondi: Neva II Global e Neva II Europe per complessivi 500 milioni di euro. Investiranno in start-up hi-tech italiane ed estere con focus su Esg e Circular.

Neva Sgr, 500 mln € in due nuovi fondi
Neva Sgr, 500 mln € in due nuovi fondi

Dopo il successo del fondo Neva First, che ha raccolto 250 milioni di euro per investire in start-up hi-tech italiane ed estere in diversi settori, la società di venture capital Neva Sgr del gruppo Intesa Sanpaolo raddoppia il proprio impegno per il sostegno dell'innovazione lanciando Neva II Global e Neva II Europe per complessivi 500 milioni di euro. Il presidente di Neva Sgr, Luca Remmert, e il ceo e General Manager, Mario Costantini, hanno presentato i due nuovi fondi alle Officine Grandi Riparazioni di Torino a una platea di venture capitalist, corporation, investitori istituzionali, esperti, imprenditori e startupper da tutta Italia e da numerosi altri Paesi, in particolare Stati Uniti e Israele. L'evento è stato introdotto dall'intervento del Presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros Pietro, il quale ha ricordato l'importanza del venture capital ed i risultati del Fondo Neva First. L'obiettivo di Neva II Global è raccogliere circa 400 milioni e investirli nelle migliori aziende emergenti altamente innovative a livello mondiale, con particolare attenzione a quelle statunitensi, israeliane, europee e italiane. Neva II Europe, per cui è prevista una raccolta di circa 100 milioni di euro, sarà interamente dedicato alle realtà europee, specialmente italiane. Entrambi i fondi saranno operativi dal secondo semestre 2024 e punteranno sulle realtà che adottano le migliori politiche Esg e Circular e si impegnano a fornire business solution a problemi globali.