Lunedì 22 Luglio 2024

Isa approva il bilancio 2023 con un utile netto di 24,44 milioni

Grazie a cessioni partecipazioni, tra cui Inser e Castello Sgr

Isa approva il bilancio 2023 con un utile netto di 24,44 milioni

Isa approva il bilancio 2023 con un utile netto di 24,44 milioni

Isa ha approvato all'unanimità il bilancio al 31 dicembre 2023 con un utile netto di 24,44 milioni di euro (+18,15 milioni) e di 26,86 milioni di euro (+16,14 milioni) a livello di gruppo. Le partecipazioni detenute al 31 dicembre 2023 sono 55 per un controvalore di bilancio di 140,28 milioni di euro (erano 54 per 144,78 milioni nel 2022). Il risultato d'esercizio beneficia dell'esito particolarmente positivo della cessione di alcune partecipazioni, tra cui Inser Spa e Castello Sgr Spa. Anche il bilancio consolidato chiude con un utile netto di Gruppo in forte incremento. Nel 2023 l'Istituto atesiono di sviluppo ha inoltre costituito due nuovi club-deal, Asia Capital Srl (iniziative nel mercato asiatico) e Isa Wines Srl (dedicata all'investimento in Ethica Wines) in cui Isa ha svolto il ruolo di capofila e dove sono stati raccolti importanti capitali da investitori qualificati (sia locali che nazionali). Isa ha poi continuato gli investimenti in asset alternativi, come in Borgosesia Spa e Nextalia Sgr Spa, oltre a confermare il proprio sostegno alle iniziative imprenditoriali sul territorio, tra cui il progetto Trentino Data Mine. L'assemblea ha deliberato di distribuire un dividendo per azione di 0,054 euro (corrispondente ad 4,21 milioni di euro in tutto) oltre ad un dividendo straordinario per azione di 0,066 euro (pari a 5,14 milioni di euro) da assegnare alle 77.901.330 azioni in circolazione. Il dividendo complessivo ammonta quindi a 9,35 milioni (rispetto ai 4,21 dell'anno precedente). Il dividendo verrà messo in pagamento a partire dal 10 luglio 2024. L'assemblea ha approvato anche la delibera di acquisto azioni proprie determinando l'importo complessivo a disposizione fino a 750.000 euro e indicando il prezzo di acquisto per le azioni in un range compreso tra un minimo di 3,03 euro ed un massimo di 3,07 euro (lo scorso anno tra 2,67 e 2,70 euro).