Martedì 16 Aprile 2024

Il Covid è costato 2 miliardi alle grandi città italiane

Centro studi, 'Venezia e Milano al top per spesa pro capite'

Il Covid è costato 2 miliardi alle grandi città italiane

Il Covid è costato 2 miliardi alle grandi città italiane

L'emergenza pandemica da Covid 19 è costata alle grandi città italiane oltre due miliardi di euro. Risorse che sono state compensate dal governo attraverso lo strumento del cosiddetto "fondone" e sulle quali la Ragioneria generale dello Stato sta tirando le somme per vedere chi ha avuto più del dovuto e deve quindi restituire le risorse eccedenti, e chi invece è a credito e riceverà ulteriori rimborsi. Secondo una elaborazione di Centro studi enti locali che riguarda i Comuni italiani con più di 150mila abitanti e basata su dati del ministero dell'Economia e delle Finanze, in termini pro-capite, le grandi amministrazioni sulle cui casse il Covid-19 ha colpito più duramente sono state, nell'ordine: Venezia, in cui la pandemia è costata l'equivalente di 703 euro a cittadino, Milano (486 euro a testa) e Firenze (246 euro). Il podio della spesa inferiore procapite spetta invece a Taranto con 64 euro a testa, seguita da Napoli (71) e Prato (80). In termini assoluti, la città in cui il conto del Covid è stato più salato è Milano (oltre 650 milioni), seguita da Roma (quasi 370 milioni) e Venezia (177 milioni). Importanti anche le mancate entrate e le spese registrate da Torino (145 milioni) e Palermo (143 milioni). Per calcolare il "costo del Covid" per ogni Comune le principali voci prese in considerazione nelle certificazioni inviate da ogni ente al Mef riguardano - sul fronte costi - l'acquisto dei dispositivi per assicurare il distanziamento sociale, la sanificazione degli ambienti e le spese legate alle corse aggiuntive nel servizio di trasporto urbano ed extra-urbano per garantire la riapertura delle scuole. Per le mancate entrate, si è tenuto conto dei minori introiti derivanti dalle restrizioni anti-pandemiche di tributi come l'Imu, l'imposta di soggiorno o la tassa per l'occupazione del suolo pubblico.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro