Granchio blu: l'allarme in Veneto, 'Natale senza vongole'

Regione, produzione -95%, servono ammortizzatori sociali

E' un Natale ormai rovinato questo per i molluschicoltori del Veneto, che a causa dell'invasione deò granchio blu hanno visto la produziione di vongole ridotta del 95%. L'allarme lo ha lanciato oggi, nella conferenza stampa di fine anno, iol governatore Luca Zaia, seguito dall'assessore alla pesca, Graziano Corazzari. "La produzione del Consorzio di Scardovari - ha detto quest'ultimo, riferendosi alla principale realtà per le vongole - è scesa di oltre il 95% rispetto ai volumi ordinari, un calo verticale che avviene in un periodo, quello delle festività, caratterizzato dal picco delle produzioni della vongola". Per questo la Regione Veneto, come sottolineato dallo stesso Zaia, rinnova al governo la richiesta del riconoscimento dello stato di emergenza nazionale, un obiettivo cui l'esecutivo sta lavorando nell'ambito della legge finanziaria. Corazzari ha ricordato che la Regione Veneto ha destinato alle imprese ittiche risorse straordinarie, tra queste i fondi Feamp per oltre 12 milioni, destinati alle imprese della pesca e dell'acquacoltura, risorse che arriveranno già nelle prossime settimane anche ai pescatori del Delta del Po. "Ma soprattutto - ha aggiunto - desideriamo sostenere i nostri pescatori nell'attività di gestione delle lagune, attraverso interventi di scavo e vivificazione, e sostegni all'acquisto delle attrezzature necessarie alla pesca e al contenimento del granchio blu. Su questo fronte abbiamo ottenuto risorse per 14 milioni di euro, dedicati specificatamente alle lagune del Delta, grazie all'accordo sui fondi Fsc firmato recentemente dal presidente Zaia con la premier Meloni".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro