Lunedì 15 Luglio 2024

Fondazione Crt porta a 65 milioni (+8,3%) risorse per il 2024

Approvato all'unanimità in via definitiva anche il nuovo Statuto

Salgono a 65 milioni di euro (+8,3% rispetto ai 60 milioni del 2023) le risorse che la Fondazione Crt, guidata dal presidente Fabrizio Palenzona, metterà in campo nel 2024 per lo sviluppo dei territori. E' quanto prevede il Documento Programmatico Previsionale approvato all'unanimità dal consiglio di indirizzo che ha anche varato in via definitiva, sempre all'unanimità, il nuovo Statuto, dopo l'interlocuzione con l'Organo di Vigilanza - il Mef - che ha sostanzialmente confermato il testo varato il 28 luglio. Il Documento Programmatico Previsionale consolida e rafforza l'attuale quadro di attività della Fondazione in ambito culturale, sociale, dell'istruzione e della ricerca e apre a modalità innovative di intervento in una prospettiva pluriennale lungo tre traiettorie: investimento sui giovani, valorizzazione delle eccellenze della filiera agroalimentare, tutela dell'assetto idrogeologico. "I risultati della gestione ordinaria di bilancio superiori agli anni scorsi consentiranno alla Fondazione Crt di potenziare l'impatto generato direttamente e attraverso i propri bracci operativi per ridurre la forbice delle disuguaglianze sociali e delle povertà e creare nuove opportunità di crescita per il territorio", spiega il presidente Palenzona. Toccano quota 8 milioni (+77,8% rispetto ai 4,5 milioni del 2023) le risorse per la sperimentazione di interventi con modalità innovative tramite la Fondazione Sviluppo e Crescita Crt e la Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea Crt, mentre aumentano a 57 milioni gli stanziamenti previsti per le tre aree Welfare e Territorio, Arte e Cultura, Ricerca e Istruzione che, come gli anni scorsi, includono anche il contributo di 5 milioni per le Ogr Torino.