Ey, dal nucleare 45 miliardi e 500 mila posti di lavoro al 2050

Testa, rappresenta il futuro della transizione energetica

Ey, dal nucleare 45 miliardi e 500 mila posti di lavoro al 2050
Ey, dal nucleare 45 miliardi e 500 mila posti di lavoro al 2050

Quarantacinque miliardi di euro e oltre mezzo milione di posti di lavoro entro il 2050. E' l'impatto economico del nucleare in Italia secondo Ey, che indica anche "52 mila posti di lavoro nel breve termine esclusivamente legati alla fase di costruzione". "Con una capacità totale di 413 GW e una presenza in 32 Paesi - si legge in uno studio - l'energia nucleare contribuisce in modo significativo all'obiettivo 'net-zero, sottraendo 1,5 milioni di tonnellate (Gt) di emissioni globali ogni anno". "La strada per la decarbonizzazione - spiega Paola Testa, responsabile Europa Occvidentale per l'Energia di Ey - richiederà un approccio completo e diversificato alla produzione di energia". "In questo contesto - sottolinea - l'energia nucleare sta emergendo come uno strumento essenziale nel combattere il cambiamento climatico. Per questo, anche in Italia, risulta determinante la collaborazione tra istituzioni, mondo accademico e industriale per consolidare il percorso verso la transizione energetica di cui questa energia ne rappresenta il futuro". "Il paese - conclude Testa - dispone già di forti competenze in materia, soprattutto sulla filiera, ma sarà fondamentale consolidare gli investimenti e superare le sfide legate all'adozione di tale tecnologia per trasformarle in opportunità di crescita e sviluppo".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro