Europa fiacca, cede energia con il gas

Le Borse europee sono deboli, mentre i future su Wall Street sono positivi. L'inflazione nell'Eurozona scende al 2,4%. Lo spread Btp-Bund è stabile a 166 punti, l'euro si rafforza su dollaro a 1,0934.

Borsa: l'Europa procede fiacca, cede l'energia con il gas
Borsa: l'Europa procede fiacca, cede l'energia con il gas
Le Borse europee sono deboli con i listini già in clima natalizio, mentre i future su Wall Street sono positivi. Il Governatore di Francia e componente della Bce, Villeroy, sottolinea che il taglio dei tassi deve essere fatto con prudenza, altrimenti il rischio è una recrudescenza della "malattia dell'inflazione". L'indice d'area del Vecchio Continente, lo Stoxx 600, guadagna un quarto di punto grazie agli acquisti su immobiliare e tech, mentre l'inflazione a novembre nell'Eurozona si conferma in discesa al 2,4% rispetto al 2,9% di ottobre e al 10,1% dell'anno prima. Lenta anche l'energia, con i trader che ridimensionano il potenziale impatto del blocco traffico merci nel Mar Rosso sulle forniture di carburante all'Europa. Il gas perde il 6,5%, con il prezzo a 33,2 euro al megawattora, mentre il petrolio è piatto con il WTI a 72,5 dollari e il Brent poco sopra i 78 dollari al barile. Milano, con il Ftse Mib, è sulla parità (+0,04% a 30259 punti). Pressione su Stellantis (-2%), mentre il risparmio gestito soffre con Fineco (-0,9%) e Banca Generali (-0,6%). Debole Tim (-0,46%). In rialzo Amplifon (+2,15%), Cucinelli (+1,7%) e Prysmian (+1,3%), che ha varato il riassetto organizzativo. Lo spread tra Btp e Bund è poco mosso a 166 punti, con il rendimento del decennale in discesa al 3,69%. Francoforte guadagna lo 0,36%, Parigi è marginale a -0,06% e lo è anche Londra. Quanto ai cambi, l'euro si rafforza ancora sul dollaro, con cui scambia a 1,0934.
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro