Sabato 13 Luglio 2024

Esg, Consob migliora la gestione dei rischi nell'Eurozona

Le imprese dell'area euro stanno migliorando la gestione dei rischi ESG. L'Italia presenta valori in linea con quelli dell'eurozona. Il focus sulle società italiane mostra che le imprese più sostenibili hanno maggiore liquidità e capitalizzazione.

Consob, 'migliora la gestione dei rischi Esg nell'Eurozona'

Consob, 'migliora la gestione dei rischi Esg nell'Eurozona'

Le imprese dell'area euro stanno migliorando la gestione dei rischi ESG, con l'Italia che presenta valori in linea con quelli dei Paesi dell'eurozona. Lo rileva il secondo rapporto annuale della Consob sulle 'Principali tendenze in tema di investimenti sostenibili e criptoattività', che analizza l'andamento del Sustainalytics ESG Risk Score, un indice che aiuta gli investitori a identificare i rischi ESG delle imprese. A livello settoriale, l'esposizione ai rischi ESG è più elevata per le utilities e i produttori di energia rispetto alle società del manifatturiero o dei servizi, mentre in Italia le imprese finanziarie presentano un'esposizione ai rischi ESG in media più elevata rispetto alle società non finanziarie. Il rapporto 2023 include un focus sulle società quotate in Italia, volto a verificare se l'ESG Risk Score e l'ESG Refinitiv Rating (una misura della performance ESG delle società) siano correlati con alcune delle principali caratteristiche delle imprese (come performance, volatilità, liquidità, leva, capitalizzazione, price to book value o price on earnings). Emerge che il gruppo di imprese con un punteggio di sostenibilità più elevato è rappresentato da quelle con maggiore liquidità e capitalizzazione, senza che si registrino differenze significative fra i due gruppi in termini di performance, volatilità e valutazioni di mercato.