Lunedì 22 Luglio 2024

Cgil, 'giovani penalizzati, poveri al lavoro e in pensione'

'Dal governo solo slogan, l'uscita anticipata impossibile'

Cgil, 'giovani penalizzati, poveri al lavoro e in pensione'

Cgil, 'giovani penalizzati, poveri al lavoro e in pensione'

"E' incredibile come questo governo, nonostante slogan e promesse, sia riuscito a penalizzare tutte e tutti: anche i giovani, come le donne, sono poveri al lavoro e saranno sempre più poveri in pensione, e di fatto per loro sarà impossibile accedere a quella anticipata". Lo dichiara la segretaria confederale della Cgil, Lara Ghiglione, sottolineando che "gli under 35 fanno più fatica ad entrare nel mercato del lavoro e, quando lo fanno, hanno contratti atipici o a tempo determinato con retribuzioni basse" e anche sul fronte previdenziale "pagheranno un prezzo più alto". Con il risultato, come sostiene uno studio dell'Ufficio previdenza della Cgil, che per loro il traguardo della pensione è sempre più lontano. "Esiste un'emergenza giovani nel nostro Paese", afferma dunque Ghiglione: "Per noi è necessario rafforzare il patto intergenerazionale", altrimenti "si rischia davvero di andare incontro ad una crisi profonda dell'attuale sistema". La segretaria confederale ricorda la proposta di Cgil, Cisl e Uil per cui occorre introdurre una pensione contributiva di garanzia.