Cariplo entra con 35 milioni nel fondo F2i per la rete fissa

Quota pari a quella di San Paolo. Da Fondazione Crt 15 milioni

La Fondazione Cariplo ha deliberato l'investimento nel fondo F2i-rete digitale che parteciperà all'acquisto della rete Tim. L'ente guidato da Giovanni Azzone entra, secondo quanto si apprende, con un investimento di 35 milioni di euro. Quota pari a quella della Fondazione San Paolo. Entreranno nel fondo con un investimento di 15 milioni anche Fondazione Crt, il cui via libera era stato annunciato il 19 dicembre scorso, la Fondazione del Banco di Sardegna e CariLucca. Ci saranno poi altre fondazioni, secondo quanto si apprende, con quote di valore inferiore. Le Fondazioni bancarie erano a lavoro da diverse settimane per mettere a punto l'investimento nel fondo F2i-rete digitale. Da più parti viene sottolineato che si tratta di un investimento in un "asset strategico del paese". Gli enti erano pronti anche ad impegni finanziari maggiori ma, secondo alcune fonti, non è stato necessario considerato l'interesse da parte di più soggetti.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro