Mercoledì 24 Luglio 2024

Brembo punta sulla mobilità connessa, entra in Spoke Safety

Rileva quota della startup Usa, investimento da 1 milione euro

Brembo punta sulla mobilità connessa, entra in Spoke Safety

Brembo punta sulla mobilità connessa, entra in Spoke Safety

Brembo investe in soluzioni avanzate di mobilità connessa ed entra nel capitale di Spoke Safety, startup statunitense specializzata nello sviluppo di tecnologie di comunicazione digitale tra i veicoli e l'ecosistema stradale. Grazie all'investimento, pari a 1 milione di euro, Brembo prosegue nel suo percorso di rafforzamento delle competenze in ambito software e connettività cloud per l'innovazione digitale delle proprie soluzioni. In particolare, l'obiettivo è favorire la comunicazione dei sistemi frenanti con gli altri elementi connessi dell'ambiente circostante. Spoke Safety si aggiunge quindi al portafoglio di Brembo Ventures, l'unità di venture capital dell'azienda che investe a livello globale nelle migliori startup tecnologiche per sostenere l'innovazione del gruppo e accelerare lo sviluppo di nuove soluzioni per la mobilità di domani. Brembo ha già avviato un progetto di ricerca con Spoke Safety. La startup statunitense è stata fondata a Denver in Colorado nel 2020. Le sue soluzioni sono basate sulla tecnologia Vehicle-to-Everything (V2X), un sistema di comunicazione che connette in tempo reale i veicoli con altri veicoli, con gli utenti della strada, ciclisti inclusi, e con le infrastrutture della smart city, come ad esempio i semafori, con l'obiettivo di migliorare l'esperienza di guida e favorire una maggiore sicurezza stradale. L'investimento in "Spoke Safety è per noi un ulteriore passo verso l'innovazione dei nostri sistemi frenanti in chiave digitale". Così Daniele Schillaci, amministratore delegato di Brembo circa l'investimento nella startup statunitense.