Domenica 14 Luglio 2024

Brembo cresce nei nove mesi, ricavi sfiorano i 3 miliardi

L'utile netto si attesta 231 milioni.

Brembo chiude i primi nove mesi dell'anno con un fatturato che sfiora i 3 miliardi di euro (2,92 miliardi), in crescita del 7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. L'utile netto si attesta a 231 milioni di euro, con una lieve flessione dell'1,6% rispetto ai primi nove mesi del 2022. Il margine operativo lordo registra un aumento del 3,7% a 500,2 milioni di euro. L'indebitamento finanziario netto si attesta a 454,1 milioni, in diminuzione di 176,6 milioni rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. La società si aspetta per l'anno in corso ricavi in "crescita mid-high single digit e conferma margini percentuali in linea con l'anno precedente". I ricavi hanno visto una crescita nel settore auto (+7,9%), dei veicoli commerciali (+6,9%) e le competizioni (+15,3%) mentre le applicazioni per motocicli calano dell'1,0%. A livello geografico, le vendite crescono in Italia del 2,2%, in Germania del 13,8%, in Francia del 7,2% e nel Regno Unito dell'1,3%. Il mercato nordamericano (Stati Uniti, Messico e Canada) è in crescita del 7,5%, mentre quello sudamericano (Brasile e Argentina) cresce del 30,6%. L'India cresce del 6,8%, la Cina cala del 5,3% mentre il Giappone cresce del 3,2%. I risultati dei primi nove mesi del 2023 riflettono il "trend di crescita di Brembo in un contesto globale sempre più sfidante", spiega Matteo Tiraboschi, presidente esecutivo di Brembo. "Rimaniamo focalizzati - aggiunge - sull'innovazione delle nostre soluzioni e, forti del continuo apprezzamento dei clienti, guardiamo al futuro con fiducia, passione e determinazione".