Borsa: Milano chiude debole con le utility, scivola Leonardo

In luce Saipem e Popolare Sondrio. Spread Btp-Bund a 156 punti

Borsa: Milano chiude debole con le utility, scivola Leonardo

Borsa: Milano chiude debole con le utility, scivola Leonardo

La Borsa di Milano (-0,35%) chiude la seduta debole, in linea con gli altri listini europei. L'attenzione degli investitori si concentra sulle mosse delle banche centrali sul taglio dei tassi. A Piazza Affari pesano le utility, con il gas che scende a 27,2 euro. Lo spread tra Btp e Bund chiude in rialzo a 156 punti, con il rendimento del decennale italiano in aumento al 3,91%. Nel listino principale scivolano Hera (-2,8%) e A2a (-2,6%). In calo anche Erg e Snam (-1%), Enel (-0,7%). Vendite su Leonardo (-2,1%), con Bnp Paribas che ha tagliato la raccomandazione a 'underperform' da 'outperform'. Male Ferrari (-2,1%), Prysmian (-1,1%) e Stellantis (-0,7%). Giornata fiacca per le banche con Banco Bpm (-0,5%), Bper (-0,3%) e Unicredit (-0,2%). Si sgonfia nel finale Mps (-0,09%), mentre gli analisti stimano il ritorno del dividendo con i conti 2023. Positiva Intesa (+0,1%). Debole Unipol (-0,3%) mentre Popolare di Sondrio sale dell'1,9% a 6,50 euro, portandosi sui livelli di ottobre 2008, con le ipotesi di stampa sul rinnovo del Cda nell'istituto valtellinese. Seduta tonica per Saipem (+2,8%), Campari (+2,4%) e Iveco (+2,3%). Bene Stm (+1,8%), in attesa dei risultati del 2023 che saranno resi noti giovedì.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro