Giovedì 11 Luglio 2024

Bankitalia conferma Pil 2024 a +0,6%, lima 2025 e 2026 (2)

Secondo il rapporto di Bankitalia l'occupazione continuerebbe a crescere, sia pur a ritmi inferiori a quelli del prodotto. Il tasso...

Secondo il rapporto di Bankitalia l'occupazione continuerebbe a crescere, sia pur a ritmi inferiori a quelli del prodotto. Il tasso di disoccupazione scenderebbe al 7,3% nella media del 2024 e si manterrebbe stabile nel prossimo biennio, contro stime indicate in aprile per un tasso del 7,5%. I consumi, dopo la battuta d'arresto alla fine del 2023, secondo Bankitalia "tornerebbero a crescere dall'anno in corso, sostenuti dal recupero del potere d'acquisto delle famiglie". Gli investimenti invece rallenterebbero marcatamente, frenati dagli elevati costi di finanziamento e dal forte ridimensionamento degli incentivi alla riqualificazione delle abitazioni. Lo stop ai bonus edilizi "comporterebbe una marcata contrazione degli investimenti in costruzioni, che verrebbe solo in parte attenuata dall'aumento della spesa per infrastrutture prevista nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)". Le misure di incentivo agli investimenti privati previste dal Pnrr contribuirebbero inoltre a sostenere la dinamica della componente in beni strumentali, che continuerebbe a espandersi per tutto il triennio. Lo scenario ipotizzati dagli economisti di Via Nazionale presuppone che "l'incertezza geo-politica e le connesse tensioni sui mercati finanziari internazionali, pur elevate, non si acuiscano", e che la domanda potenziale nei principali mercati di destinazione delle esportazioni italiane torni a espandersi nel triennio, di circa il 2,5% in media all'anno.