Lunedì 15 Luglio 2024

7 ottobre, mobilitazione Landini, ma governo non ci ascolta

Maurizio Landini, segretario della Cgil, propone una manifestazione a Roma per chiedere investimenti nel lavoro, salario minimo, cancellazione dei contratti pirata e riforma fiscale. La parola chiave: "Mobilitazione per la Costituzione".

"Il 7 a Roma io penso sarà una manifestazione oceanica, grandissima, di popolo. Penso che se il governo non ci ascolterà e la legge di bilancio continuerà ad andare sulla linea di quanto fatto finora, noi proporremo alle altre organizzazioni sindacali di passare alla mobilitazione, non solo con la manifestazione di Roma, ma anche con iniziative di lotta e sciopero nel Paese e nelle fabbriche". Lo ha detto il segretario della Cgil Maurizio Landini a Senigallia, durante la festa del sindacato Pensionati Cgil. "Mobilitazione per la Costituzione" sarà la parola chiave della manifestazione, organizzata dai sindacati e da un centinaio di associazioni e reti di cittadinanza. "Diciamo no all'autonomia differenziata - ha ribadito Landini -, diciamo no al premierato; diciamo invece che è il momento di investire per il lavoro, senza precarietà; di aumentare il salario, quindi il salario minimo; di cancellare i contratti pirata quindi una legge sulla rappresentanza; di investire sulla sanità pubblica perché la gente non è in grado di curarsi; di fare una vera riforma fiscale come dice la Costituzione e di garantire l'istruzione e la formazione che sono decisive. Vuol dire avere asili, scuole, vuol dire che tutte le persone che lavorano devono essere messe nella condizione di farlo".