Edison chiude il 2020 con ricavi a 6,4 miliardi di euro, un Ebitda superiore alle attese a 684 milioni di euro (+13,6% rispetto al 2019). Il gruppo guidato dall’ad Nicola Monti (foto) torna poi all’utile per 19 milioni di euro rispetto alla perdita per 436 milioni di euro registrata nel 2019 che risentiva in misura maggiore delle svalutazioni delle attività E&P oggetto di dismissione. Il risultato è frutto della focalizzazione del gruppo sulla transizione energetica. Inoltre nonostante la crisi pandemica, che ha avuto un impatto negativo sull’Ebitda 2020 stimato in 59 milioni di euro, cresce la marginalità del gruppo grazie alle rinnovabili.