Manifestante contro il 5G davanti alla sede della Ue a Bruxelles
Manifestante contro il 5G davanti alla sede della Ue a Bruxelles
Sorpasso storico nella telefonia: nel secondo trimestre dell’anno per la prima volta nel mondo i nuovi abbonamenti in 5G sono stati maggiori rispetto a quelli con la sola tecnologia 4G. E la differenza non è stata piccola: 84 milioni contro 71, con le connessioni più moderne che sono già arrivate a un totale di 380 milioni. Sono dati del Mobility Report di Ericsson, secondo i quali la 4G è ancora...

Sorpasso storico nella telefonia: nel secondo trimestre dell’anno per la prima volta nel mondo i nuovi abbonamenti in 5G sono stati maggiori rispetto a quelli con la sola tecnologia 4G. E la differenza non è stata piccola: 84 milioni contro 71, con le connessioni più moderne che sono già arrivate a un totale di 380 milioni. Sono dati del Mobility Report di Ericsson, secondo i quali la 4G è ancora ovviamente predominante, con un totale di 4,8 miliardi di abbonamenti attivi, pari al 59% di tutte le connessioni mobili nel mondo, ma la nuova tecnologia sta rimontando con una rivoluzione già iniziata. L’installazione delle nuove antenne continua a sollevare dubbi e polemiche anche dopo che lo Stato ha avocato a sé ogni competenza, con la 5G che promette soprattutto opportunità per le aziende. La quinta generazione della tecnologia cellulare è infatti stata progettata per incrementare la velocità, ridurre la latenza e migliorare la flessibilità dei servizi wireless, con una velocità di picco teorica di 20 gigabit per secondo contro un gigabit del 4G.

La latenza, cioè il tempo di risposta al comando, può migliorare le prestazioni delle applicazioni aziendali oltre a quelle di molte esperienze digitali, come i giochi on line o le videoconferenze, fino ai sistemi di guida senza conducente. E questo tempo di risposta si calcola possa scendere tra 10 e un millisecondo, rispetto alla latenza tra i 50 e i 100 millisecondi possibile con la 4G. Questa velocità per i servizi digitali del futuro molto prossimo è una base cruciale. Ma la fame di Internet da mobile cresce con qualsiasi tecnologia disponibile: nel secondo trimestre di quest’anno il numero di abbonamenti broadband è aumentato in generale di quasi 100 milioni, per un totale di circa 6,8 miliardi di connessioni, con un aumento del 7% anno su anno.

Con una popolazione mondiale stimata poco sotto gli 8 miliardi, statisticamente si tratta di quasi un abbonamento per ogni abitante della terra, anche se vanno considerate le numerose duplicazioni per utente e moltissimi collegamenti aziendali.