Lo stabilimento Ferrari di Maranello: fu costruito nel 1947 dal Drake,. Enzo Ferrari
Lo stabilimento Ferrari di Maranello: fu costruito nel 1947 dal Drake,. Enzo Ferrari
di Elena Comelli Il primo modello tutto elettrico di Ferrari arriverà nel 2025. L’annuncio arriva da John Elkann, presidente e ad della casa di Maranello, durante l’assemblea degli azionisti sul bilancio 2020. "Siamo molto entusiasti della nostra prima Ferrari completamente elettrica, che abbiamo in programma di presentare nel 2025 e potete esserne certi: tutto quello che nel vostro immaginario gli ingegneri e i designer di Maranello sono in grado di...

di Elena Comelli

Il primo modello tutto elettrico di Ferrari arriverà nel 2025. L’annuncio arriva da John Elkann, presidente e ad della casa di Maranello, durante l’assemblea degli azionisti sul bilancio 2020. "Siamo molto entusiasti della nostra prima Ferrari completamente elettrica, che abbiamo in programma di presentare nel 2025 e potete esserne certi: tutto quello che nel vostro immaginario gli ingegneri e i designer di Maranello sono in grado di concepire per un simile punto di riferimento della nostra storia, verrà realizzato", ha detto Elkann.

A Maranello quindi la strategia per l’elettrificazione va avanti in modo estremamente rigoroso. "La nostra interpretazione e applicazione di queste tecnologie sia nel motorsport sia nelle auto stradali è una grande opportunità per trasmettere l’unicità e la passione del Cavallino Rampante alle nuove generazioni", ha detto Elkann.

Stellantis, invece, va ben oltre. Entro il 2025 tutte le auto passeggeri del gruppo automobilistico vendute in Europa avranno una versione con motore totalmente elettrico o ibrido plug-in, ha annunciato l’amministratore delegato Carlos Tavares durante l’assemblea degli azionisti. Un obiettivo molto vicino a quello indicato per l’Europa (dove l’elettrificazione riguarderà il 98% della gamma) è stato dato anche per gli Usa, dove l’offerta elettrica (full o ibrida plug-in) riguarderà il 96% dei modelli in vendita.

Tavares ha anche svelato gli obiettivi sulle vendite. Se nel 2021 le auto con alimentazione elettrica in Europa rappresenteranno il 14% delle vendite totali, saliranno al 38% nel 2025 e al 70% nel 2030. Negli Stati Uniti il ritmo di marcia dell’elettrico sarà più lento: nel 2021 la previsione è che le vendite rappresentino il 4% del totale, che salirà al 31% nel 2025 e al 35% nel 2030. L’ad ha detto anche che verrà annunciato un accordo per la realizzazione di un impianto per la produzione di batterie negli Stati Uniti, che si aggiungerà a quelli di Douvrin in Francia e di Kaiserlautern in Germania, operativi rispettivamente nel 2023 e nel 2025. In Europa ci sarà spazio per un’ulteriore fabbrica di batterie, sulla cui collocazione sono già in corso delle valutazioni. L’autonomia minima per le vetture più piccole sarà di 500 km in modalità puramente elettrica, per quelle più grandi sarà invece di 800 km.