Supera quota mille miliardi di euro l’ammontare delle cartelle per le iscrizioni a ruolo delle entrate – non solo tributarie – affidate in 20 anni, tra il 2000 e il 2019, agli agenti per la riscossione: ma solo il 13,3% degli importi risulta recuperato. Dai dati emerge un tasso di riscossione via via più elevato per gli anni più lontani, che arriva al 28% per il 2000, fino a scendere al 4,97 e all’1,88% del 2018 e del 2019, numeri quest’ultimi influenzati anche dai meccanismi di rateazione ora previsti.