L’assemblea di Mediaset (nella foto il ceo Pier Silvio Berlusconi) ha revocato l’utilizzo del voto maggiorato, che blindava il gruppo televisivo sotto il controllo di Fininvest. Come previsto dall’intesa siglata a inizio mese con il Biscione, ha votato a favore della revoca anche Vivendi, che progressivamente uscirà da Mediaset. Il prossimo appuntamento per i soci del gruppo televisivo è il 23 giugno, con l’approvazione del bilancio, del nuovo Cda e del trasferimento della sede legale, ma non fiscale, della capogruppo Mediaset in Olanda. L’assemblea di Mediaset "ha deliberato di revocare la delibera assunta il 18 aprile 2019 e, per l’effetto, di modificare l’articolo 7 dello Statuto sociale, eliminando la maggiorazione del voto", si legge in una nota del gruppo televisivo al termine dell’assemblea straordinaria che aveva questo come unico punto all’ordine del giorno. Ha partecipato al voto oltre l’80% del capitale della società.